Simband: Samsung cerca l'unione di coloro che vogliono fare qualcosa di importante in dispositivi indossabili e salute

Samsung ha avuto qualcosa di importante da dirci oggi legato alla salute e si è adempiuto. La società coreana ha presentato Simband, una piattaforma hardware e SAMI, la parte di software e dati nel cloud in cui possiamo unirci e cercare di dare valore a tutti i dati che i sensori raccolgono su di noi e sulla nostra attività in corso.

Abbiamo già commentato più volte che un punto debole degli attuali quantificatori e bracciali è che il valore che ci viene restituito dopo la consegna dei nostri dati è praticamente nullo. Samsung intende seguire la propria strada e Simband è il modello di riferimento che aspira a mantenere chiunque desideri essere importante nei dispositivi indossabili per la salute. In effetti, questa iniziativa Samsung avrà senso se trova alleati. Per facilitare il viaggio, la piattaforma, sia hardware che software, è Open Source.

Una piattaforma hardware aperta alla personalizzazione

Simband è un modello che non sarà in vendita in quanto tale ma è stato sollevato come base (ha connettività, Wi-Fi e Bluetooth e il processore, che è un ARM A7 a due core a 1 Ghz con tecnologia a 28 nm) per i produttori di includere moduli o sensori su richiesta. Samsung stesso ha accennato ad alcuni di essi, come una batteria in grado di ricaricare in movimento.

Per rafforzare questa proposta, oltre a rilasciare l'SDK e le API, Samsung ha convocato la Digital Health Challenge in cui il produttore coreano metterà 50 milioni di dollari per incoraggiare a spingere questa ambiziosa iniziativa che si rende conto della gravità del mercato Elettronica di consumo

Maggiori informazioni | Samsung.

Condividere none:  La Nostra Selezione Divertimento Analisi 

Articoli Interessanti

add
close