Quali cuffie da corsa wireless acquistare: guida all'acquisto e modelli in primo piano

Che tu sia uno di quelli che con il nuovo anno si uniscono alla palestra per mettersi in forma in estate o se sei un corridore regolare, correre con la musica è un'alternativa che piace a molti perché ci consente di evadere e concentrarci su ciò che stiamo facendo . Se questo è il tuo caso, l'opzione di ottenere un paio di cuffie da corsa è una buona idea.

Ora, quali dovrebbero essere le buone cuffie per andare a correre? In questa guida all'acquisto esaminiamo le sue caratteristiche principali e selezioniamo alcuni modelli interessanti.

Come dovrebbe apparire l'auricolare perfetto

Se stai cercando caschi per andare in esecuzione, l'opzione wireless sembra la più indicata poiché ci consente una maggiore libertà di movimento rispetto al dispositivo di emissione, in modo che possiamo lasciare da parte lo smartphone mentre corriamo sul nastro o lanciamo musica da l'orologio al polso.

Informazioni sul design: leggerezza, comfort e presa

L'ideale dei caschi da corsa è che non li notiamo durante la pratica dell'attività, qualcosa che si ottiene con un modello ergonomico, compatto e leggero, come quelli con un design in-ear o alcuni modelli di pulsanti. Ma a sua volta è pericoloso, perché potrebbero cadere e non ce ne accorgeremmo.

Quindi la premessa principale per la scelta di buone cuffie da corsa è che sono comode e non cadono. Posizionarli continuamente è un inconveniente mentre corriamo la gara, ma è anche possibile che li perdiamo. Pertanto, stiamo cercando un modello con un buon supporto e che non dia fastidio.

Nel mercato troviamo una grande varietà di design: ce ne sono di molto semplici e minimalisti nello stile AirPods, altri sono costituiti da elementi come aste (come quelle degli occhiali), pinne o cuscinetti da attaccare all'orecchio. Sorprendentemente ci sono anche cuffie senza fili cablate, sì, con un cavo che collega un casco all'altro.

Un'altra alternativa più specifica sono i caschi a conduzione ossea, un tipo che trasmette il suono attraverso le ossa della testa, liberando l'orecchio per ascoltare il suono ambientale.

Indipendentemente dal modello scelto, assicurati che siano ben integrati e sostengano il peso della tua attività. Per questo non c'è modo di testarli nelle orecchie, ma se non è possibile, l'esperienza di altri utenti è la chiave per farlo bene.

Renderli resistenti: all'acqua, alla polvere, alle cadute ...

Sia che corriamo al chiuso o fuori per strada o sul campo, anche essere moderatamente resistenti all'umidità è un fattore importante.

Il minimo è che sono resistenti al sudore, poiché entreranno in contatto con la nostra pelle, ma se corriamo all'aperto, non escludiamo l'aumento della domanda e che resistono alla pioggia o che laviamo i nostri volti e li schizzi.

Come per gli smartphone, questa resistenza all'acqua è misurata dalla certificazione IP. Tuttavia, la resistenza IP misura anche il modo in cui un dispositivo resiste alla polvere, cosa particolarmente importante se corriamo all'aperto.

Non è un caso che molti di questi modelli sportivi abbiano parti in plastica o silicone morbido, che consentono una migliore vestibilità nell'orecchio, un maggiore comfort e allo stesso tempo un'ammortizzazione contro cadute e colpi.

Un'autonomia sufficiente per la tua attività

Il lato B della ricerca di cuffie wireless leggere è che la batteria integrata sarà necessariamente piccola, cosa che non è necessariamente un problema perché prepararsi per una maratona non è lo stesso che fare gare di 5 o 10 chilometri.

La solita cosa in questi modelli è trovare un intervallo che oscilli tra 4 e 10 ore, sempre secondo il produttore. Quindi, a meno che i tuoi allenamenti non siano lunghi, ognuno di loro soddisferà le tue esigenze in modo soddisfacente.

Falli suonare bene

Quanto bene senti un auricolare wireless è delimitato dalla qualità dei driver, dall'amplificatore interno, dal DAC e dalla sua connettività, con la connettività che è il fattore più importante in questo tipo di auricolare dove a causa delle sue dimensioni ridotte, non c'è spazio per grandi vantarsi di driver, né quello scenario lo richiede.

Sebbene nei caschi wireless in generale troviamo la radiofrequenza, NFC e Bluetooth, il più comune nei modelli sportivi è che la connettività è regolata da Bluetooth 4.0 o superiore. Più è attuale la versione Bluetooth, maggiore è il suo raggio d'azione, la velocità di trasmissione delle informazioni e l'efficienza energetica.

La qualità del suono del Bluetooth sarà a carico dei codec e del profilo Bluetooth. Se stai cercando la qualità del suono, il codec aptX raggiunge la qualità del suono del DVD (96KHz e 24 bit), ma se ascolti musica in streaming, il codec SBC è sufficiente.

Con o senza cancellazione del rumore?

Le tecnologie di eliminazione del rumore attenuano il rumore esterno grazie a un segnale che ignora ciò che i microfoni incorporati raccolgono, essendo più efficace alle basse frequenze che alle alte frequenze.

I caschi da corsa dovrebbero avere questa tecnologia? Se corri sul tapis roulant in palestra, sarà sicuramente interessante isolarti dai rumori esterni delle strutture, come la musica di altre attività, i discorsi, ecc.

Ma se la tua idea è quella di correre fuori, per strada o in natura, è essenziale essere consapevoli di ciò che ti circonda, quindi il suo uso non è raccomandato. E se continui a optare per le cuffie con cancellazione del rumore, indossane solo una.

Sulla base di questa premessa, nella selezione di modelli eccezionali abbiamo incluso cuffie wireless per entrambe le situazioni, ovvero con e senza tecnologia di cancellazione del rumore.

Modelli in primo piano

Esistono molte cuffie sportive wireless sul mercato, tuttavia in questa selezione abbiamo cercato di offrire diversità in termini di design, funzionalità e budget.

Anker SoundBuds

Se il prezzo è uno dei fattori più limitanti nella scelta dei caschi da corsa, gli Anker SoundBud sono un'alternativa interessante sotto i 20 euro con una notevole autonomia.

Il suo design è classico e semplice: sono due cuffie alettate collegate da un cavo, dove troveremo un controllo per regolare il volume. La parte posteriore è magnetica in modo da formare una collana quando non le indossi. Sono leggeri, con inserti in silicone e rivestimento resistente al sudore e all'acqua.

AUKEY

Un'altra alternativa conveniente per la corsa sono queste cuffie AUKEY, che essenzialmente condividono il design e gli accessori del modello precedente, collegandosi all'orecchio usando pinne e cuscinetti che possiamo scambiare a seconda delle nostre esigenze.Come nel caso precedente, la parte posteriore è magnetica in modo da chiudersi formando una collana.

Tra le sue migliori risorse vi è la connettività Bluetooth 4.1 compatibile con aptX, 3 modalità di equalizzazione e un'autonomia di 8 ore. Sono certificati IPX4, che li protegge da sudore e pioggia.

Plantronics BackBeat Go3

Le Plantronics BackBeat Go3 (63,63 euro) sono cuffie wireless comode, compatte e ben rifinite. Sono inoltre resistenti al sudore, alla pioggia leggera e all'umidità.

Queste cuffie offrono alti nitidi e mezzitoni naturali, insieme alla tecnologia di eliminazione del rumore, rendendole consigliate per la palestra.

Secondo il produttore raggiungono fino a 7 ore di riproduzione musicale continua e si collegano a smartphone e tablet tramite Bluetooth, potendo utilizzare Siri, Google Now o Cortana con loro, senza dover toccare il telefono.

Pioneer e7bt

Se la tua più grande paura è perdere i caschi in una gara, il Pioneer e7bt è dotato di una tecnologia proprietaria che è particolarmente regolabile su entrambi gli orecchi, oltre a aste veramente grandi che si reggono ergonomicamente in modo sicuro alle orecchie e ai cuscinetti multipli.

Un altro punto a favore in questo senso è che includono una clip che puoi attaccare ai vestiti in modo che anche se cadessero dalle orecchie, si appenderebbero al capo e non li perderanno.

Naturalmente, sono più voluminosi rispetto ad altri modelli, anche se ciò consente anche un driver più grande. Sono impermeabili, si caricano in un'ora e mezza e la loro autonomia è di 7 ore, secondo il produttore.

Sony MDRXB80BSR

Altre cuffie che si distinguono per il loro design robusto sono la Sony MDRXB80BSR, un modello con un'estetica molto sportiva e una presa per mezzo di un asta che avvolge l'orecchio. È certificato IPX5, che lo rende resistente agli schizzi e al sudore.

In termini di qualità del suono, utilizza la connettività Bluetooth con trasmissione wireless ad alta fedeltà, oltre ad avere bassi extra per aumentare i bassi. Si caricano in due ore e la loro autonomia è fino a 7 ore.

Aftershokz Trekz Titanium

Gli Aftershokz Trekz Titanium sono una delle cuffie più originali sul mercato, infatti hanno diversi brevetti per il loro modo di trasmettere l'audio.

Questo modello funziona per mezzo della conduzione ossea, in modo da lasciare le orecchie libere e continuare a sentire ciò che sta accadendo intorno a noi. Dovremo solo posare la sua area piatta nel processo zigomatico dell'osso temporale (davanti all'orecchio approssimativamente a livello dello zigomo) e il suono viene trasmesso dalle vibrazioni all'orecchio interno.

Per il resto, abbiamo a che fare con un modello robusto con una buona presa che viene tenuto come occhiali per mezzo di ganci che sono attaccati alle orecchie, collegando un auricolare all'altro dietro la testa. Sono certificati IP55, rendendoli resistenti al sudore e alla pioggia. Consiste in Bluetooth 4.1 e consente fino a 6 ore di riproduzione.

Bose SoundSport Free

I Bose SoundSport Free sono un modello con un'estetica sportiva e compatta senza cavi collegati all'orecchio mediante cuscinetti e alette. Per migliorare la presa e il comfort, includono 3 diverse paia di cuscinetti auricolari di dimensioni diverse.

Sono resistenti al sudore e alla pioggia (classificazione IPX4) e la loro autonomia è di 5 ore, che possono arrivare fino a 10 ore se li conserviamo nella custodia di ricarica.

Puoi configurare i parametri audio a tuo piacimento e individuare la posizione di ciascun auricolare in caso di perdita grazie all'app Bose Connect.

Jaybird Run

Le piste Jaybird si adattano alle orecchie degli utenti con alette e punte intercambiabili e non hanno alcun tipo di cavo che le collega. Sono molto compatti, con buone finiture e il loro esterno ha un rivestimento idrofobo che li rende resistenti al sudore e all'acqua.

Nella sezione audio, si collegano allo smartphone tramite Bluetooth 4.1 e forniscono un suono piatto e molto bilanciato che puoi configurare tramite la tua app.

La sua autonomia è di 4 ore ma se li conservi nella sua custodia di ricarica, puoi estenderla fino a quando non raggiunge le 12 ore, inoltre hanno una ricarica rapida, quindi con 5 minuti nel caso in cui puoi raggiungere un'altra ora di utilizzo.

Jabra Elite Active 65t

Uno dei modelli più completi per la corsa in palestra sono le cuffie Jabra Elite Active 65t, in-ear realizzate con materiali di qualità che si adattano all'orecchio utilizzando un sistema di pinne e il pad.

Jabra Active Elite 65t si distingue per l'integrazione di un'attenta tecnologia di riduzione del rumore grazie a 4 microfoni che catturano il rumore dell'ambiente. Inoltre, è possibile personalizzare i parametri audio a proprio piacimento con l'applicazione e usarli con l'assistente vocale Alexa.

Per quanto riguarda l'autonomia, sono in grado di fornire 5 ore di utilizzo con la possibilità di raggiungere 15 ore se le inseriamo nella loro custodia di ricarica.

BATTISCE Apple Powerbeats3

Sebbene ci siano utenti che usano AirPods per correre, Apple ha nel suo catalogo un modello più conservatore e sportivo con pin e cavo che li collega, il BEATS Apple Powerbeats3 (156,20 euro).

I BEATS Apple Powerbeats3 hanno cuscinetti in silicone (di varie dimensioni) che si adattano comodamente all'orecchio e sono resistenti al sudore e all'umidità. Queste cuffie offrono un suono dinamico alle alte frequenze e molto potente alle basse frequenze.

BEATS Apple Powerbeats3 è un casco particolarmente interessante se disponiamo di numerosi gadget Apple, grazie al chip W1 che ti consente di configurare e cambiare i dispositivi tramite Bluetooth. Per il resto, siamo di fronte a un modello con notevole autonomia e ricarica rapida.

Nota: alcuni dei link pubblicati qui provengono da affiliati. Nonostante ciò, nessuno degli articoli citati è stato proposto da marchi o negozi, la loro introduzione è stata una decisione unica del team di redattori.

Condividere none:  Scienza Mobile Divertimento 

Articoli Interessanti

add