Push band, analisi: il tuo partner ideale per il sollevamento pesi in palestra?

Come ricorderete, non molto tempo fa abbiamo effettuato l'analisi del sensore Beast, che ci aiuta a conoscere la velocità degli ascensori che eseguiamo in palestra, fungendo da encoder portatile. Un dispositivo molto utile per concentrarsi sul nostro obiettivo e allenarci meglio.

Un altro dei gadget che troviamo sul mercato con questa stessa funzione è la Push Band: un dispositivo che, posizionato sull'avambraccio o sulla vita, ci aiuta a sapere a quale velocità stiamo alzando la barra o i manubri e, quindi, se stiamo utilizzando un peso corretto per gli obiettivi che perseguiamo con la nostra formazione. Abbiamo testato la Push Band e ti diremo come funziona.

Le caratteristiche tecniche della Push Band

Il Push Band è un encoder portatile che, di dimensioni abbastanza ridotte (77,5 x 53,3 x 15 millimetri) e con un peso molto leggero (32 grammi), è in grado di misurare la velocità degli ascensori che eseguiamo durante il nostro allenamento .

Il dispositivo, realizzato in materiale plastico, contiene un accelerometro e un giroscopio in grado di rilevare il movimento che stiamo eseguendo e la sua velocità.

Funziona con una batteria ai polimeri di litio che si collega tramite una connessione bluetooth 2.1 con l'applicazione gratuita del nostro telefono cellulare (importante: nonostante abbia funzionato in precedenza con Android e IOS, alcune settimane fa hanno deciso di smettere di funzionare con Android , quindi l'app è disponibile solo per iPhone 5 o successivo.)

Tramite un accelerometro e un giroscopio, la Push Band misura la velocità dei nostri sollevatori

La Push Band ha un ingresso USB attraverso il quale viene effettuata la ricarica: occorrono circa due ore e mezza per caricarsi completamente e ha un'autonomia di sette ore in funzione (a seconda della durata della nostra formazione, dovremo caricarla circa una volta alla settimana).

Un indicatore LED multicolore indica il funzionamento del nostro dispositivo: rosso lampeggiante quando si tenta di connettersi al telefono, rosso fisso quando collegato, verde quando è pronto per iniziare a registrare il nostro allenamento o arancione durante la ricarica.

Inoltre, ha un solo pulsante che viene utilizzato per accenderlo e spegnerlo: tutta la gestione di questo dispositivo viene effettuata direttamente dall'app o dal suo portale Web, a cui possiamo accedere per vedere i nostri dati dopo l'allenamento.

Il prezzo della Push Band sul loro sito web è di $ 289 (circa 264,7 euro).

Allenarsi con la Push Band

La gestione della Push Band durante l'allenamento è abbastanza semplice. Possiamo scegliere di progettare il nostro allenamento sul suo portale web e sincronizzarlo con l'app per sapere esattamente quali esercizi faremo, quante serie e quante ripetizioni, oppure possiamo improvvisare, semplicemente indossare la Push Band e fare gli esercizi che vogliamo.

Per misurare correttamente la velocità degli ascensori, mettiamo la Push Band con uno dei suoi braccialetti (due vengono nella scatola, con due diverse dimensioni e con una chiusura in velcro) sul nostro avambraccio, vicino al gomito, con la luce a LED che punta verso su. Se iniziamo l'allenamento con la Push Band posizionata in modo errato, un avviso sul nostro schermo mobile indicherà che dobbiamo posizionarlo correttamente.

Per alcuni esercizi sarà necessario posizionare la Push Band in vita con una cintura speciale che non è inclusa nella confezione e che dobbiamo acquistare separatamente (il suo prezzo è di 75 dollari sul suo sito Web, circa 68 euro in cambio). Anche se possiamo anche fare la correzione con una cintura fatta in casa.

Formazione gratuita

Per eseguire un allenamento gratuito dovremo selezionare ciascuno degli esercizi che faremo nell'app e il peso con cui lo faremo. Una volta pronto, tocchiamo il pulsante Pronto e il LED sulla nostra Push Band si illuminerà di verde, il che significa che è pronto per iniziare la misurazione.

L'app conta ciascuna delle ripetizioni e fa suonare una campana in modo da sapere che è stata contata e la velocità con cui abbiamo spostato la barra o i manubri in tempo reale appare sullo schermo dell'app, oltre ad altre dati: se siamo aumentati o diminuiti rispetto alla ripetizione precedente e se siamo aumentati o diminuiti rispetto alla ripetizione migliore di quella serie.

Una volta terminata la serie, fai clic sull'app e passa a un'altra serie dello stesso esercizio (possiamo modificare il peso se necessario) o possiamo passare all'esercizio successivo nella nostra routine.

Nel caso in cui abbiamo pianificato l'allenamento dal suo portale Web, l'elenco degli esercizi apparirà nell'app in modo da sapere cosa dobbiamo fare.

Formazione orientata agli obiettivi

Questa, senza dubbio, è la parte più interessante dell'app e quella che una migliore applicazione può avere per migliorare la nostra formazione.Come spieghiamo quando parliamo di allenamento con il sensore Beast, la velocità con cui eseguiamo un sollevamento è direttamente correlata al peso che stiamo muovendo e all'obiettivo con cui ci stiamo allenando. Ad esempio, se vogliamo allenare la nostra forza, dovremo usare un peso, un numero di ripetizioni e serie e una velocità della barra diversa rispetto a quando vogliamo allenare l'ipertrofia.

Se entriamo nel menu Seleziona Focus di allenamento Dalla schermata principale dell'app possiamo selezionare quale sarà l'obiettivo principale del nostro allenamento: forza, ipertrofia, potenza, velocità o resistenza (o nessuna se vogliamo semplicemente conoscere la velocità con cui solleviamo).

Stai sollevando il peso giusto per il tuo obiettivo in palestra? Push Band ti dice attraverso la velocità con cui esegui gli esercizi

Una volta selezionato il tipo di allenamento che vogliamo fare, procediamo come in modalità manuale, con la differenza che ora l'app ci dirà se siamo nella gamma di velocità che dobbiamo usare per allenarci davvero focalizzati su quell'obiettivo. Se solleviamo più lentamente di quanto dovremmo, dovremo sollevare pesi; mentre se ci solleviamo più rapidamente, dovremo aumentare di peso. Alla fine di ogni serie, l'app ci fornisce un messaggio con queste informazioni.

Una cosa importante da notare è che la Push Band misura solo la velocità nella fase concentrica del movimento e non nell'eccentrico.

Possibilità di misurare il nostro 1RM

Prova a conoscere il nostro 1RM nell'app

Un'altra cosa che possiamo fare con la Push Band, anche se non è un allenamento in sé, è misurare il nostro 1RM o la massima ripetizione nei tre esercizi di base: squat, panca e deadlift. Possiamo anche misurare il nostro massimo in diversi tipi di salti (salto verticale, swing con swing delle braccia, jump squat e altri).

Nella prima schermata, l'app ci chiede la nostra previsione 1RM, quindi ci dice di fare tre ripetizioni il più rapidamente possibile con il peso indicato dall'app stessa, con un totale di cinque serie. Alla fine delle cinque serie, tenendo conto della velocità dei nostri sondaggi, l'app calcolerà automaticamente quale è il nostro 1RM in quell'esercizio.

È interessante conoscere il nostro 1RM senza i rischi associati ai test "alla cieca", semplicemente aumentando il carico fino a quando non possiamo spostarlo.

Come funzionano l'app e il portale web

Evoluzione di una formazione dal portale web

Sia l'app che il portale web sono molto semplici da utilizzare, il che è molto intuitivo. In effetti, nel manuale dell'utente fornito con la Push Band non so molto di queste due cose.

Nel portale web accederemo al nostro spazio personale tramite la nostra e-mail e password (con cui ci siamo precedentemente registrati). Lì abbiamo diverse sezioni interessanti: possibilità di progettare le nostre routine e allenamenti specifici (molto pratici per organizzare macrocicli di allenamento) e, cosa più interessante, vedere come la nostra evoluzione è stata nella stessa routine o in un ciclo specifico.

"Ciò che non viene misurato non può essere migliorato" e conoscere le metriche dei nostri corsi di formazione ci consente di imparare da loro, sapere se ci siamo formati adeguatamente per raggiungere il nostro obiettivo e valutare cosa dobbiamo fare in futuro per continuare a migliorare fare meglio e più velocemente). Nella grafica offerta dal portale web possiamo vedere come è stata l'evoluzione della nostra formazione, quale velocità media abbiamo portato in ogni esercizio, con quanto carico e quale velocità di picco abbiamo raggiunto.

La parte più interessante dell'app è forse la vasta libreria di esercizi che include, in cui possiamo vedere video di ciascuno di essi e una descrizione scritta. Troviamo tutti gli esercizi che possono essere misurati con la Push Band, posizionati sull'avambraccio o sulla vita. Possiamo anche accedere a questa libreria di esercizi dal suo sito Web.

L'opinione di Xataka

La Push Band non è un dispositivo rivolto al grande pubblico: piuttosto un pubblico molto segmentato, che è quello che si allena con il peso in palestra con un obiettivo molto specifico. Per queste persone può essere molto utile al fine di migliorare la loro formazione e massimizzare i loro risultati.

Il suo prezzo elevato (quando è stato rilasciato come prototipo costa 110 euro più i costi di spedizione) rende questo dispositivo non adatto a tutti i tipi di pubblico, ma è nella stessa gamma di altri dispositivi simili.

Può essere molto utile per le persone che vengono in palestra con un obiettivo molto specifico, che vogliono migliorare le loro prestazioni nella sala pesi per integrare altri sport (e quindi devono concentrare i loro obiettivi molto bene per raggiungere, ad esempio , maggiore potenza nella parte inferiore del corpo nel caso dei corridori) o per concorrenti di discipline diverse.

Uno dei suoi maggiori vantaggi è la possibilità di verificare la qualità della nostra formazione in tempo reale e, se necessario, reindirizzarla in base alle nostre esigenze, sempre con l'aiuto dei commenti che l'app ci offre durante le sessioni di formazione.

Push Band è stata prestata per essere testata da Push Inc. È possibile verificare la nostra politica relativa alle relazioni aziendali.

Maggiori informazioni | Allenati con Push

Condividere none:  Mobile Analisi La Nostra Selezione 

Articoli Interessanti

add