Mobile World Congress 2009: tendenze

Ancora una volta dobbiamo dire addio al Mobile World Congress. Sono stati quattro giorni difficili, in cui abbiamo esaminato molte delle presentazioni che sono state fatte in fiera. Quindi dobbiamo guardare indietro e vedere cosa ci ha lasciato quest'ultima settimana nel mondo della telefonia mobile.

Per me, uno dei fatti più importanti, o meglio il "non fatto", è stata l'assenza pratica di Android. Ciò ripete la situazione dell'anno scorso, quando era previsto un buon numero di terminali e, alla fine, furono visti solo alcuni prototipi.

Il primo giorno abbiamo quasi pensato che non ci sarebbe stato un terminale Android, ad eccezione del modello che Huawei stava mostrando, ma che tenevano in una scatola e senza averlo in esecuzione. Fortunatamente, siamo stati in grado di testare il HTC Magic and the HTC Sogna, convincendoci del futuro di questo sistema operativo.

La guerra tra sistemi operativi è uno degli aspetti che la MWC ha evidenziato. La presentazione di Windows Mobile 6.5, la piccola presenza di Android e la potenza mostrata da Palm Pre, insieme a terminali dotati di Symbian come OmniaHD, punta a un futuro interessante, in cui ci sarà molto da scegliere, e in cui la concorrenza li migliorerà continuamente se vogliono conquistare il loro pubblico.

Windows Mobile 6.5 si è dimostrato un rivale un po 'debole, implementando semplicemente una serie di cambiamenti estetici invece del profondo rinnovamento di cui ha bisogno. Ciò lascia per Windows Mobile 7, ancora per un futuro lontano, ma a 6.5 non prevediamo nemmeno una data di uscita imminente.

Un'altra tendenza che abbiamo visto in questo Mobile World Congress è stata il rinnovo dei touchscreen. Se l'anno scorso abbiamo già detto che questi erano stati i grandi vincitori, quest'anno siamo stati in grado di vedere la loro evoluzione, con un buon numero di modelli dotati di schermi AMOLED, in particolare quelli che provengono dalla mano di Samsung e, soprattutto, schermi touchscreen capacitivi.

Sia LG che Samsung li incorporano in alcuni dei loro modelli, proprio come i terminali Android di HTC. Nokia, al momento, non prevede di fare nulla con questa tecnologia e i terminali Windows Mobile non la supportano, quindi non ci aspettiamo nulla con essa, nonostante il fatto che ci sia stata un'implementazione di prova in fiera.

Non è stata, quindi, una fiera di grandi bombardamenti, ma tenendo conto dell'attuale stato dell'economia, la telefonia mobile sembra resistere con sufficiente resistenza all'attacco della crisi.

Condividere none:  Divertimento La Nostra Selezione Scienza 

Articoli Interessanti

add