Il miglior stabilizzatore o gimbal per dispositivi mobili: guida all'acquisto e al confronto

La fotocamera mobile consente di registrare video di qualità eccezionale, tuttavia molti non dispongono di un sistema di stabilizzazione che offre un'immagine fluida senza movimenti improvvisi. Per migliorare questa sezione abbiamo stabilizzatori video o gimbal, accessori mobili che ci consentono di puntare su un punto fisso e appianare le vibrazioni indesiderate che si verificano durante lo spostamento.

Se stai cercando come migliorare la registrazione video con il tuo smartphone, qui ti offriamo una nuova guida all'acquisto e al confronto. Abbiamo testato gli stabilizzatori mobili più popolari e ti offriamo la nostra esperienza dopo diverse settimane di utilizzo.

Il nostro consigliato: DJI Osmo Mobile 2

DJI Osmo Mobile 2 è il miglior stabilizzatore mobile che possiamo acquistare oggi. Siamo di fronte a un gimbal con un bel design in mano, un corpo in nylon rinforzato con grande presa e nonostante il fatto che non sia il più leggero in peso, in mano la sensazione che trasmette è una delle più leggere. Il che è molto apprezzato quando lo si tiene a lungo.

DJI ci offre uno stabilizzatore che si adatta a cellulari fino a sei pollici e i controlli sono abbastanza intuitivi. Non ha una rotazione di 360 gradi ma è di gran lunga il gimbal più affidabile. Nella maggior parte dei modelli abbiamo dovuto affrontare eventuali problemi, dovendo eseguire l'autocalibrazione ogni pochi giorni e lottare con le applicazioni non riuscite. Nel caso di DJI Osmo Mobile 2 ciò non accade e si può vedere che si tratta di un prodotto più testato, collaudato e con un'applicazione più stabile sia nelle versioni iOS che Android.

DJI Osmo Mobile 2 è lo stabilizzatore mobile che si sente meglio a portata di mano, il più affidabile in tutti i tipi di situazioni e ha anche la massima autonomia. Può essere ottenuto per 149 euro, il che lo rende una delle migliori opzioni qualità / prezzo.

Abbiamo uno stabilizzatore che ci aiuterà a registrare video con meno scossoni, creare panorami e intervalli di tempo in modo semplice ed essere in grado di dare un salto di qualità importante alle registrazioni, soprattutto nel caso in cui il dispositivo mobile utilizzato non abbia OIS.

DJI Osmo Mobile 2 aggiunge una porta USB per caricare lo smartphone stesso, che insieme a una grande autonomia fino a 15 ore ci permetterà di registrare per diversi giorni di fila. Un giunto cardanico che migliora quasi tutti gli aspetti della prima generazione e ha anche sostanzialmente ridotto il suo prezzo. Se stai cercando un prodotto con un buon supporto ed equilibrio, DJI Osmo Mobile 2 è l'opzione più semplice da raccomandare tra tutti gli stabilizzatori mobili. Puoi acquistare DJI Osmo Mobile 2 su eBay per 154 euro e sul suo sito ufficiale per 149 euro.

Alternativa: Zhiyun Smooth Q

Non per niente lo Zhiyun Smooth Q è uno degli stabilizzatori più venduti. Siamo di fronte a un gimbal in plastica, molto leggero e con controlli precisi e facile da usare. Offre anche una rotazione di 360 gradi, tre assi di controllo e possiamo anche regolarlo per registrare con il cellulare sia in posizione orizzontale che verticale.

Zhiyun ci offre un'applicazione che ha tutte le opzioni che chiediamo di uno stabilizzatore per il cellulare, consente il controllo remoto via Bluetooth e ha anche il tracciamento automatico di volti e oggetti. Quando si registra un video è abbastanza preciso, i movimenti della panoramica sono fluidi e i risultati sono quelli con le vibrazioni meno indesiderate.

Zhiyun Smooth Q offre inoltre una durata della batteria generosa fino a 12 ore. In generale, un prodotto molto solido e con un prezzo molto allettante per chi cerca uno stabilizzatore mobile economico. In attesa del nuovo Zhiyun Smooth 4, la versione Q è uno stabilizzatore che è conforme alla solvibilità nella maggior parte dei casi ed è più affidabile rispetto agli altri modelli che abbiamo testato. Puoi acquistare Zhiyun Smooth Q su Amazon per 105 euro.

Come scegliere un buon stabilizzatore mobile

Esistono diversi tipi di stabilizzatori mobili, sebbene la maggior parte di essi abbia stabilizzazione su tre assi, diverse modalità di bloccaggio e un prezzo che oscilla tra i cento e i duecento euro. Come sempre facevamo in queste guide all'acquisto, qui ti lasciamo con gli aspetti chiave a cui dovresti prestare attenzione quando acquisti un gimbal per il tuo smartphone.

  • Design, presa e dimensioni massime dello smartphone: la maggior parte dei gimbal funziona con cellulari fino a 200 grammi e circa sei pollici. Tuttavia, ci sono alcuni che offrono più servizi quando si tratta di posizionare il cellulare, mentre altri sono più rigidi. In secondo luogo, la buona presa dello stabilizzatore è importante più delle dimensioni e del peso. Qui sorprendentemente quelli con una presa più ampia di solito sono più comodi.

  • Controlli, applicazione e monitoraggio: un'altra sezione importante quando si scommette sull'uno e sull'altro sono i controlli e la facilità di registrazione con lo stabilizzatore. Per questo è essenziale avere un buon joystick, più è largo e meglio è. Un altro dettaglio è quello di poter cambiare rapidamente la modalità di registrazione. Anche la propria applicazione del marchio del dispositivo è fondamentale, anche se come vedremo diversi marchi sembrano essersi copiati nell'applicazione in modo che alla fine non ci sia molta differenza.

  • Limitare gli angoli e la velocità di movimento: non tutti i gimbal ruotano allo stesso modo. Alcuni consentono al joystick di spostarsi sullo stesso piano fino a 360 gradi, mentre altri hanno uno stop che definisce questo turno. Qualcosa di simile si verifica con il movimento verticale, dove alcuni stabilizzatori ammettono più inclinazione di altri.

  • Qualità di stabilizzazione e modalità d'uso: questo è il punto principale. Ci sono alcuni stabilizzatori che spesso hanno problemi di calibrazione corretta, altri offrono scossoni e altri hanno problemi di compatibilità. Non sono prodotti che ci garantiscono una qualità di stabilizzazione professionale di altissimo livello, anche se hanno molti modi di utilizzo e possibilità. Dal mantenere un punto fisso, spazzare, catturare panorami, spostare i tempi, e rintracciare il nostro viso o un oggetto specifico, un modo altamente raccomandato che ci aiuterà ad automatizzare determinate registrazioni.

  • Autonomia: come di solito accade nella maggior parte dei prodotti elettronici, la batteria è una sezione fondamentale per apprezzare più o meno un prodotto. Nel caso degli stabilizzatori mobili otteniamo facilmente una batteria per diversi giorni, anche se c'è una differenza tra quelli che utilizzano una batteria interna e quelli forniti con batterie esterne ricaricabili.

Su cosa si basano i nostri test

Le raccomandazioni contenute nelle nostre guide all'acquisto si basano su esperienze precedenti, frutto di numerosi anni di test e analisi di tutti i tipi di dispositivi tecnologici. Negli stabilizzatori per il cellulare abbiamo optato per cinque gimbal che abbiamo testato per circa due settimane.

Tutti i modelli scelti provengono da produttori cinesi ed è che le opzioni al momento sono piuttosto limitate. Abbiamo optato per i modelli più venduti focalizzati direttamente sui cellulari, dal momento che ci sono anche stabilizzatori per action cam, ma questi sono stati esclusi dal confronto. I prescelti sono stati il ​​DJI Osmo Mobile 2, un modello più economico e più attuale rispetto all'originale Osmo Mobile, il popolare Zhiyun Smooth Q, il Feiyu SPG, EVO SP Pro Gen 2 e AIBird Uoplay 2. Cinque modelli che sono anche relativamente facili da trovare nei diversi distributori.

Per analizzarli li abbiamo usati per diverse settimane in modo intermittente. All'inizio li abbiamo testati singolarmente per un paio di giorni per vedere come venivano usati, come si sono comportati e per cosa si sono distinti e poi li abbiamo portati al parco per un paio di giorni per confrontarli e fare il confronto video.

Abbiamo principalmente utilizzato un Google Pixel 2 XL per i test video. Anche uno Xiaomi Redmi 5 e Redmi 5 Plus per testarli con una fotocamera di qualità inferiore. In tutti i casi, da un lato abbiamo testato con la propria applicazione di ciascun produttore del gimbal e dall'altro con la fotocamera Google nativa senza Pixel OIS attivato.

Fatta eccezione per AIbird Uoplay 2 con cui abbiamo avuto abbastanza problemi, dal resto degli stabilizzatori abbiamo speso la batteria per almeno un ciclo completo, con il gimbal raccomandato che è quello che abbiamo schiacciato di più. I test hanno spaziato dal camminare con loro, fare movimenti di ogni tipo, spazzare, usare tutte le funzioni che l'applicazione ci consente e, in generale, fare un uso vario della registrazione video. In breve, utilizzali in diverse situazioni per verificare come funzionano e farti un'idea dei loro vantaggi e fallimenti.

Design: stabilizzatori spessi e sottili

Il design degli stabilizzatori è molto importante perché il corpo è praticamente l'intero dispositivo. Non abbiamo uno schermo, non ci sono altoparlanti e nemmeno il processore interno è differenziale. Un buon gimbal è sostanzialmente caratterizzato da una presa comoda e da un adeguato sistema di stabilizzazione.

Testando i vari gimbal possiamo classificarli in due gruppi in base al loro spessore. Da un lato c'è il DJI Osmo Mobile 2 e lo Zhiyun Smooth Q, che si caratterizzano per avere una presa più spessa e poi ci sono le alternative come EVO SP Pro Gen 2 dove nonostante avesse molte più finiture premium, al momento di usarlo finiamo per stancarci prima. Una strana sensazione poiché in quest'ultimo i materiali sono eccellenti, ma avendo una maniglia più ampia crediamo che si adatti meglio alla mano. Su un altro gradino ci sono Feiyu SPG e Aibird Uoplay, con un corpo sottile e leggero ma una costruzione un po 'fragile.

Il design degli stabilizzatori è molto importante, anche se vogliamo evidenziare due aspetti: un sistema di presa salda ma con facilità per mettere e togliere il cellulare e una buona presa a portata di mano, dove il gimbal più largo è solitamente migliore.

Anche se non tutti sono uguali a grandi e alti, la verità è che la differenza di dimensioni non è un fattore molto importante nella scelta dell'uno o dell'altro. Sì, è il sistema di ritenuta. Tutti gli stabilizzatori analizzati sono compatibili con dispositivi fino a sei pollici come Pixel 2 XL che abbiamo usato, anche se è vero che in alcuni casi tocchiamo il limite e ci adattiamo molto meglio a schermi più piccoli. In stabilizzatori come DJI Osmo Mobile 2 o EVO SP Pro Gen 2 non abbiamo problemi a mettere e rimuovere il cellulare, ma altri come Feiyu SPG hanno una presa più rigida e talvolta ho persino temuto per la salute del mio smartphone.

Oltre ai materiali scelti, che vanno dal nylon rinforzato di Osmo Mobile 2 alla plastica di Zhiyun Smooth Q, la differenza di costruzione si riscontra anche nelle ancore e negli anelli rotanti. In alcuni gimbal abbiamo diverse ruote per posizionare correttamente il cellulare e in diverse posizioni, ma in altri gimbal come Aibird Uoplay 2 questi sistemi sono direttamente viti e dadi, più scomodi da configurare a nostro piacimento e con un aspetto molto più rudimentale.

Qui ti lasciamo una piccola tabella comparativa con le dimensioni, il peso, i telefoni compatibili e il movimento del gimbal che abbiamo testato. Sebbene non dovremmo normalmente essere portati via dai numeri, nel caso degli stabilizzatori molto meno dato che non sono sempre una buona indicazione della leggerezza che trasmettono o di quanto siano pratici quando si posiziona il telefono.

DJI Osmo Mobile 2

Zhiyun Smooth Q

Feiyu SPG

EVO SP Pro Gen 2

Aibird Uoplay 2

Dimensioni

295 × 113 × 72 mm

285 x 118 x 105 mm

336 x 110 x 35 mm

278 x 105 x 102 mm

302 x 112 x 102 mm

Peso

485 grammi

450 grammi

350 grammi (senza batteria)

265 grammi (senza batteria)

381 grammi

Telefoni compatibili

58,6 a 85 mm
fino a 8,9 mm

Fino a 6 "e 200 g

da 50 a 80 mm

Fino a 6 "e 225 g

Fino a 6 "

Movimento

±170º / ±170º

±360º / ±320º

±360º / ±320º

±360º

±360º / ±310º

Solo il DJI Osmo Mobile 2, ma non il DJI di prima generazione, lo Zhiyun Smooth Q e l'EVO SP Pro consentono al cellulare di essere posizionato verticalmente con un doppio sistema di regolazione. Nel resto possiamo anche registrare con il cellulare in quella posizione, ma dobbiamo posizionare il gimbal in una posizione fissa e ruotare la maniglia, quindi non è molto comodo.

Al contrario, il DJI Osmo Mobile 2 ha una fermata a turno e può solo ruotare di 170 gradi da una parte e dall'altra, cioè l'equivalente di 340º. Il resto del gimbal consente di effettuare l'intera svolta a 360º, il che è utile se vogliamo fare viste panoramiche più ampie o fare una spazzata che gira tutto intorno.

Connettività e controlli

Ogni stabilizzatore ha una serie di pulsanti e controlli, sebbene in generale seguano tutti la stessa tendenza. Abbiamo una porta microUSB per caricare il dispositivo che si trova solitamente nella parte superiore dell'impugnatura, un pulsante on / off che in alcuni casi funge anche da grilletto, un pulsante per cambiare la modalità di utilizzo, un joystick e una ruota aggiuntiva per Ingrandisci.

Dettagli come la porta USB per caricare il cellulare, un buon joystick o il LED della batteria sono ciò che differenzia DJI Osmo Mobile 2 o Zhiyun Smooth Q dagli altri modelli.

Il posizionamento dei pulsanti è abbastanza simile e quasi tutti li hanno nella parte superiore della maniglia, qualcosa di logico poiché è lì che avremo le dita quando lo terremo. Per quanto riguarda le preferenze, è meglio avere la ruota dentata dello zoom su un lato, il pulsante dell'otturatore è meglio essere separato e a livello del joystick i migliori sono i più larghi. Anche se qui i migliori marchi come DJI, Zhiyun o EVO hanno un aspetto simile sui controlli.

Alcuni gimbal optano per una batteria sotto forma di una batteria esterna che viene inserita dal basso, mentre quelli più recenti optano già direttamente per una batteria integrata. Una sezione, quella della batteria in cui apprezziamo davvero avere una porta USB per poter alimentare il cellulare mentre si utilizza il gimbal. Un'aggiunta che abbiamo trovato solo nel DJI Osmo Mobile 2 e nello Zhiyun Smooth Q, i due stabilizzatori raccomandati.

È anche interessante avere un buon LED della batteria. Nel DJI Osmo Mobile 2 abbiamo quattro LED che si spengono quando la batteria si esaurisce, nello Zhiyun Smooth Q e nell'EVO lampeggia, mentre il LED del Feiyu SPG ci indicherà graficamente attraverso colori verde e rosso se il gimbal è ben stabilizzato.

Confronto dell'applicazione: troppo simile

Per utilizzare gli stabilizzatori mobili abbiamo due opzioni. Il primo è utilizzare la fotocamera nativa del cellulare e il gioco è fatto, il secondo è scaricare l'applicazione ufficiale del produttore del gimbal. Questa è l'opzione consigliata, poiché è attraverso queste applicazioni che estrarremo il pieno potenziale dello stabilizzatore.

Che cosa sta succedendo? Fondamentalmente molti di loro sono solo in inglese e i disegni non sono esattamente il più originali possibile. In effetti queste app potrebbero benissimo passare attraverso un'app a caso.

Anche se la cosa più curiosa arriva quando proviamo le diverse applicazioni ed è che con nostra sorpresa, quasi tutte si assomigliano e anche alcune come EVO e Zhiyun hanno esattamente lo stesso design nella loro applicazione.

  • DJI GO: l'app della fotocamera DJI segue il design più classico. Abbiamo regolazioni sinistra e destra, opzioni di panoramica, timelapse, tracciamento del viso, scambio tra fotocamere anteriore e posteriore, registrazione o scatto di foto, trasmissione in diretta sui social media, accesso alla galleria e altro ancora. Il suo punto di forza è che è abbastanza stabile, non ha problemi di sincronizzazione tramite bluetooth e nonostante abbia margini di miglioramento, il consumo della batteria non è così elevato.

  • EVO Gimbals: l'app EVO ci consente di controllare in remoto lo stabilizzatore e abbiamo opzioni per la scansione e il time-lapse. Non perdiamo alcuna regolazione, sebbene il design sia più rudimentale. Nel caso del rilevamento del volto, ci dà alcuni problemi e, stranamente, non ci consente di accedere alla galleria interna di video salvati dall'esterno dell'applicazione. Una mancanza di sincronizzazione che è stata un piccolo mal di testa per condividere i video.

  • Zhiyun Play: l'applicazione Zhiyun ha un design identico a quello di EVO ma non condivide questo problema di salvataggio, ha meno problemi di connessione e mostra che è stato aggiornato più spesso.

  • Feiyu ON: L'applicazione Feiyu è la più semplice di tutte. Abbiamo un otturatore, un'opzione per la panoramica, i filtri e dal menu delle impostazioni possiamo scegliere la velocità di panoramica e inclinazione. Ma ci manca la possibilità di timelapse o di seguire oggetti specifici.

La nostra scelta è quindi l'applicazione DJI seguita da quella di Zhiyun. Non abbiamo chiamato l'applicazione AIbird UoPlay 2, ma non siamo stati in grado di testarlo direttamente. Nella scatola dello stabilizzatore ci offre diversi codici QR per scaricarlo, ma non ha una versione Android e infatti dal suo sito Web dà un errore. Un grave problema di supporto che ha sottratto un gimbal che non ha trasmesso buoni sentimenti sin dall'inizio.

Avremo bisogno di queste app ufficiali per sfruttare tutte le funzioni degli stabilizzatori, ma non ci libereremo dei problemi di connessione e delle limitazioni che non abbiamo nella fotocamera nativa.

Le applicazioni degli stabilizzatori ci consentono di scegliere la velocità di scansione, scegliere tra la modalità camminata e la modalità sport e configurare la sensibilità del gimbal. È anche dalle applicazioni ufficiali in cui calibreremo automaticamente il dispositivo. Un punto in cui ancora una volta l'applicazione DJI si distingue per essere la più accurata.

Tutte le applicazioni hanno un'importante limitazione ed è che, nonostante il fatto che il cellulare sia in grado di registrare a 4K / 60fps, da queste app possiamo farlo solo a 4K / 30fps o 1080p / 60fps se ci serve con una risoluzione inferiore. Un problema in cui ci viene mostrato che il software gimbal e l'hardware della fotocamera mobile non sempre vanno d'accordo.

Qualità di stabilizzazione, modalità d'uso e registrazione video

Il gimbal ha varie modalità di utilizzo a seconda di come vogliamo registrare. Tramite un pulsante dedicato passeremo in un modo o nell'altro. Tutti e cinque hanno una meccanica diversa, sebbene la sequenza di tocchi cambi. Mentre per esempio nel DJI Osmo Mobile 2 viene utilizzato un tocco per cambiare, in altri faremo una combinazione di tocchi.

La modalità predefinita è sweep, in cui la telecamera rimane fissa alla stessa altezza. La seconda è una variazione, in cui abbiamo anche un'inclinazione e il gimbal si sposterà su tutti e tre gli assi. Infine, abbiamo una modalità fissa in cui, sebbene ruotiamo il cellulare, rimarrà sempre nello stesso posto. Qui vale la pena notare che, ad esempio, in Zhiyun Smooth Q o Aibird Uoplay 2, se abbiamo la modalità fissa, il joystick verrà bloccato, invece in DJI Osmo Mobile 2 il controllo manuale è sempre disponibile nel caso in cui desideriamo scegliere il movimento.

Sweep, tilt e fixed sono le tre modalità di utilizzo comuni in tutti gli stabilizzatori mobili. La differenza è che in alcuni è più semplice cambiare modalità o controllare aspetti extra come il joystick.

Un altro problema che abbiamo notato durante la registrazione è che gli stabilizzatori di solito non vanno d'accordo con l'OIS del cellulare stesso. Nei nostri test abbiamo utilizzato l'applicazione corrispondente o la fotocamera di Google senza l'OIS attivato. Nei momenti in cui l'abbiamo attivato, abbiamo visto che il vantaggio del gimbal non è così grande e in effetti ci sono più cretini, qualcosa che si verifica in modo uniforme poiché non abbiamo notato che in alcuni influisce più che in altri. Qui ti lasciamo con alcuni video di prova che abbiamo realizzato.

Movimento

Il primo test è stato eseguito con un movimento ripetuto che camminava attraverso un parco. Qui il nostro preferito è stato EVO SP Pro Gen 2 poiché è stato quello con più movimenti fluidi e meno sonaglio. Quelli che meno ci soddisfano sono il Feiyu SPG e in questo caso il DJI Osmo Mobile 2, nonostante il fatto che in scatti veloci sia più affidabile quel giorno abbia generato sentimenti contrastanti.

In generale, lo stabilizzatore EVO di solito colpisce e fa scatti molto buoni, tuttavia costa un po 'di più per ottenere un telefono ben stabilizzato. Una volta in posizione, si distingue sopra il resto. Lo Zhiyun Smooth Q, anche se abbiamo notato il movimento, è anche abbastanza corretto.

Movimento accelerato

Nei movimenti più difficili come salire su una collina, scendere le scale o correre è dove la stabilizzazione mostra davvero. Qui quando abbiamo confrontato con il telefono cellulare la differenza è enorme e persino rispetto all'OIS del Pixel 2 XL, gli stabilizzatori offrono un vantaggio.

Questa volta DJI Osmo Mobile 2 è quello che ci piace di più, soprattutto nel momento in cui acceleriamo la marcia. Anche EVO SP Pro Gen 2 stava raggiungendo un buon livello, ma la sua applicazione non voleva salvare il video.

Padella

Un altro movimento molto fatto con gli stabilizzatori e che con il cellulare da asciugare sarebbe difficile da eseguire è il panning. In questo caso lo abbiamo fatto con il joystick gimbal, sebbene alla fine di ogni video ci siano anche movimenti su e giù prodotti a mano per vedere come si comporta quando si punta lontano.

Di tutti loro l'EVO SP Pro Gen 2 è il più veloce, il DJI Osmo Mobile 2 il movimento più fluido e lo Zhiyun Smooth Q si trova nel mezzo.

Riconoscimento volto

Una funzione curiosa offerta da questi gimbal è il tracciamento degli oggetti, anche se in pratica lo useremo con la nostra faccia. È progettato per registrare vlog e l'idea è che attraverso l'applicazione ufficiale possiamo selezionare il nostro viso e il cellulare si concentrerà automaticamente lì.

Il rilevamento e il rilevamento del viso funzionano bene, anche se quando si tratta di esso, è piuttosto limitato. Quello che funziona meglio è il DJI Osmo Mobile 2 poiché rileva rapidamente i nostri volti, non ha problemi a seguirlo ed è la palestra che ci rileverà di nuovo nel caso in cui fossimo sfuggiti di mano.

Nell'applicazione EVO abbiamo avuto molti problemi poiché la selezione del viso dà quasi sempre un errore e non lo rileva. Anche quando siamo finalmente riusciti a rilevarlo, è molto facile che in un movimento rapido perdiamo di vista il gimbal e non sappiamo cosa fare. L'applicazione di Zhiyun Smooth Q ha anche problemi nel riconoscere l'oggetto, anche se una volta rilevato funziona abbastanza bene poiché i movimenti di virata sono più veloci ed è più facile inseguirci mentre ci muoviamo.

Panorami e hyperlapse

Dall'applicazione ufficiale di ciascun gimbal possiamo anche trarre vantaggio per realizzare panorami che vanno da una serie di immagini 3x3 a panoramiche a 330 gradi. Seguono tutti lo stesso meccanismo, ma il gimbal con un corpo meglio costruito ha meno problemi nell'eseguire i movimenti della padella. DJI e Zhiyun si distinguono chiaramente, mentre AiBird e Feiyu SPG che presentano un corpo più rigido diventano più inciampanti.

Un'altra funzione molto pratica è la possibilità di creare timelapse e hyperlaps. Nell'applicazione Feiyu ON non abbiamo questa funzione, ma nel resto lo facciamo. I risultati che possono essere raggiunti sono molto buoni ed è un'altra di quelle funzioni che giustificano l'investimento in uno stabilizzatore per il cellulare.

Un tipo di registrazione che possiamo realizzare sono i timelapse con movimento. Sceglieremo diversi punti, la durata del video e il gimbal stesso inizieranno a ruotare lentamente. Il sistema DJI ci sembra più fluido e quando si scelgono diversi punti non fermarsi per alcuni microsecondi in ognuno. Al contrario, lo Zhiyun Smooth Q, nonostante abbia una buona stabilizzazione, notiamo che non finisce di eseguire un timelapse fluido e le fasi sono molto evidenti.

Batteria: quali modelli durano più a lungo

Oltre al design e alla qualità di registrazione, un altro aspetto importante è la batteria. In generale, tutti gli stabilizzatori durano diversi giorni di utilizzo. Li abbiamo testati per diversi giorni e abbiamo scaricato la batteria un paio di volte ciascuno. Tutti tranne AIBird Uoplay 2, un modello che ci ha dato molti problemi e dove abbiamo deciso di metterlo via dopo un paio d'ore. Anche così, ti offriamo nella tabella comparativa i suoi dati ufficiali di autonomia.

Il modello che ci offre più batteria è il DJI Osmo Mobile 2, con circa quindici ore di autonomia. Nonostante sia quello che abbiamo testato più intensamente, è sempre stato tra i più duraturi. In un secondo passo troviamo lo Zhiyun Smooth Q e l'EVO SP-Pro Gen 2. In questo caso la differenza tecnica è piccola e quando si tratta della verità i risultati tra l'uno e l'altro differiscono poco. In effetti, siamo finiti la stessa mattina.

Quello leggermente sotto è il Feiyu SPG. In questo stabilizzatore scegliamo una batteria ICR 22650 di circa 3.000 mAh e dove raggiungiamo circa sette o otto ore. Nei nostri test, Feiyu SPG è stato il primo ad esaurirsi. Qui vi lasciamo la tabella comparativa con le ore di autonomia offerte dagli stabilizzatori mobili e i loro corrispondenti tempi di ricarica.

Per quanto riguarda il tempo di ricarica, sembra importante notare che sono ottenuti con un caricabatterie 5V / 2A. In alcuni modelli come Feiyu SPG, è incorporato un caricabatterie, mentre in modelli come Zhiyun o DJI Osmo Mobile 2 lo faremo tramite il cavo microUSB.

L'autonomia degli stabilizzatori mobili ha fatto un grande salto rispetto agli anni precedenti, principalmente a causa del passaggio da batterie rimovibili a batterie integrate. Questi ultimi non sono numericamente quanti milliampere-ora, ma nei test abbiamo ottenuto un'autonomia considerevolmente maggiore.

Il miglior stabilizzatore per dispositivi mobili: i candidati

Per scegliere i candidati per il miglior stabilizzatore mobile, abbiamo optato per i modelli con le migliori recensioni e le migliori vendite. Anche il supporto del produttore è stato importante nella scelta dell'uno o dell'altro, poiché la maggior parte proviene da produttori cinesi e lo spagnolo non è tra le lingue predefinite.

Il primo scelto è stato il DJI Osmo Mobile 2, ma abbiamo lasciato fuori la prima generazione. Le ragioni qui sono abbastanza ovvie ed è che questo nuovo modello è diminuito di prezzo, migliorato nella batteria e offre praticamente gli stessi vantaggi. Certamente non poteva mancare dall'elenco ed è stato confermato come il nostro gimbal raccomandato.

Un altro concorrente che ci ha convinto per la sua semplicità d'uso è lo Zhiyun Smooth Q, anche molto meglio di Smooth C. Non potremmo includere Zhiyun Smooth 4 in quanto non disponibile, anche se lo aggiungeremo al confronto quando potremo testarlo a fondo. .

Il terzo scelto è stato l'EVO SP Pro Gen 2, uno stabilizzatore di origine americana che ci ha permesso di vedere quali differenze ci sono tra un tipo di gimbal e un altro. L'Evo Shift 3 è stato lasciato fuori, un modello con un design meno premium ma un prezzo più competitivo.

Alla fine abbiamo aggiunto Feiyu Tech SPG, un produttore che ha alcuni modelli, anche se molti di loro si sono concentrati sulle action cam. Anche AIbird Uoplay 2, uno stabilizzatore dal quale avevamo ricevuto buoni riferimenti ma alla fine crediamo che non sia a livello del resto dei modelli confrontati.

DJI

DJI Osmo Mobile 2

Il migliore Uno stabilizzatore con un design eccellente, una batteria di grandi dimensioni e varie modalità di registrazione che sono quasi sempre giuste. Il più affidabile. Peggio È un po 'spesso e non ha una rotazione di 360 gradi come il resto. Acquista per: 154 euro

Zhiyun

Zhiyun Smooth Q

Il migliore Design leggero e confortevole, facile da rimuovere e mettere il cellulare e un'applicazione molto completa. Ottimo rapporto qualità / prezzo. Peggio Poche sensazioni premium in mano e qualche problema di stabilità del punto. Acquista per: 105 euro

Evo

Evo SP-Pro Gen 2

Il migliore Un gimbal stilizzato con ottime finiture. Offre movimenti rapidi e stabili. Peggio Hai dei problemi di connessione e la tua applicazione non ti consente di condividere facilmente i video generati. Acquista per: 253 euro

Uoplay2

AIbird Uoplay2

Il migliore Niente di straordinario. Peggio Design rudimentale, nessun supporto, problemi di iOS e nessuna app Android. Acquista per: 239 euro

Feiyu

Feiyu SPG

Il migliore Facile da installare, versatile, viene fornito con più accessori e ha un buon livello di stabilizzazione. Peggio Batteria un po 'corta, applicazione molto semplice e un corpo che si graffia facilmente. Acquista per: 159 euro Se stai cercando uno stabilizzatore affidabile per dare un bonus ai tuoi video con il tuo cellulare, DJI Osmo Mobile 2 è il più raccomandato. Zhiyun Smooth Q è anche una buona alternativa, ha un design meno solido e un po 'meno di precisione ma è un'opzione più economica.

Altri modelli che avremmo potuto includere in questa guida comparativa agli stabilizzatori mobili sono i modelli LanParte HHG, il kit stabilizzatore di Mouriv , il semplice modello BlueBeach o Wewow, anche se in tutti i suoi vantaggi sono di un livello inferiore al gimbal mobile che abbiamo testato.

Stabilizzatore per telefono cellulare DJI Osmo Black

Oggi in Amazon per 261,03 €

Feiyu SPG (versione impermeabile aggiornata Splash con batteria aggiuntiva e viaggio) Giunto cardanico stabilizzatore a 3 assi per Gopro hero 5/4/3 e iPhone X / 8/7/6 Huawei Samsung Galaxy Moto Smartphone LG

Oggi in amazon per € 0

Stabilizzatore cardanico palmare Zhiyun smooth-q a 3 assi per smartphone come iPhone 7 Plus 6 Plus Modalità di scatto panoramica Samsung Galaxy S7 S6 S5 Wireless verticale, colore nero

Oggi in amazon per € 120

Zhiyun Smooth 4 stabilizzatore portatile a 3 assi per smartphone viene fornito con iPhone, Samsung. Controller wireless Huawei E GoPro Hero 6/5/4/3 (ultima versione) (nero)

Oggi in Amazon per € 99

Gimbal palmare a 3 assi Evo Shift per iPhone e smartphone Android - Controllo APP intelligente per panorami automatici, time-lapse e tracciamento + Carica telefonica integrata negli Stati Uniti - Include 1 anno di garanzia

Oggi in amazon per € 105,27

Condividere none:  Divertimento La Nostra Selezione Mobile 

Articoli Interessanti

add