L'importanza dei geni che non abbiamo: abbiamo appena scoperto che ci sono geni che ci influenzano "a distanza"

Abbiamo parlato molto della linea che separa natura e cultura, geni e ambiente. È logico: i bambini sono come genitori in molti modi e diversi in altri. La ricerca di quella linea ha intrattenuto esperti per anni, ma quello che abbiamo scoperto è che quella linea non esiste.

Non esiste un tratto umano che non sia legato alla genetica. Non importa se si tratta del colore dei capelli, del rischio di sviluppare determinate malattie o del gusto per la musica classica. In effetti, secondo un recente studio pubblicato su Science, anche l'ambiente in cui cresciamo non è estraneo alla genetica. Oppure, per dirla in altro modo, i geni possono influenzarti a distanza.

I percorsi della genetica stanno lasciando imperscrutabili

Liane Metzler

Nel 2016, risalendo ad alcuni studi precedenti con gemelli, un gruppo di ricercatori dall'Inghilterra ha trovato fino a 74 varianti genetiche legate al rendimento scolastico. Questo studio è stato in qualche modo controintuitivo: da tempo avevamo intuito che gli anni di scuola di un bambino avevano qualcosa a che fare con la genetica, ma pur indicando alcune idee interessanti, il risultato era che i geni avevano scarso impatto. diretto.

Un paio d'anni prima, Augustine Kong aveva già avuto un'idea molto strana: si chiedeva se fosse possibile per i geni influenzare i bambini come avrebbero dovuto, ma non direttamente, ma attraverso il comportamento dei loro genitori.

Per testare la loro ipotesi, Kong e il suo team hanno esaminato geni che, sebbene possano essere correlati all'istruzione, non erano stati trasmessi da genitore a figlio. Il risultato è che, in totale, questi geni non trasmessi hanno spiegato circa il 30% delle differenze tra i bambini. Bingo.

I geni che non abbiamo

Alexander Dummer

Lo studio ha appena dimostrato che questa relazione è molto più complessa di quanto si pensasse in precedenza e risolve elegantemente un gran numero di domande che sono state finora irrisolte. I loro dati indicano che la genetica, contrariamente a quanto pensavamo finora, ha molto a che fare con le prestazioni dei bambini a scuola. Ma lo fanno in modo inaspettato: attraverso i genitori.

Cioè, ci sono alcuni geni che agiscono su di noi agendo sul comportamento e la cura che i nostri genitori ci danno. I ricercatori parlano di "educazione genetica" o, per dirla in qualche modo, di "genetica contestuale". Vale a dire, l'idea di studiare le basi genetiche dell'ambiente, l'educazione e l'educazione dei bambini.

Forse la cosa più sorprendente è che ha molto senso. A differenza di altre specie, gli esseri umani dedicano molto tempo e risorse alla crescita dei nostri figli. Ciò non è casuale né culturale: è qualcosa che è mediato dalla genetica. Le nuove tecniche di analisi genetica ci consentono di studiare non solo come i geni che abbiamo ci influenzano, ma soprattutto come quelli che non abbiamo influenzano noi.

Altro in Xataka | 40 anni di "The Selfish Gene" di Dawkins: la metafora che ci ha spiegato la vita

Condividere none:  Analisi La Nostra Selezione Mobile 

Articoli Interessanti

add