Huawei FreeBuds 3, analisi: comfort d'uso e l'avventura della cancellazione del rumore per conquistare il mercato

A poco a poco, l'ecosistema di cuffie wireless di livello cresce con modelli di qualità e prezzo contenuto come il nuovo Huawei FreeBuds 3, cuffie che aspirano a unire l'esperienza utente con la corretta qualità del suono.

Queste cuffie con cancellazione attiva del rumore e che puoi usare con qualsiasi smartphone hanno già superato il tavolo di prova Xataka.

Scheda tecnica Huawei FreeBuds 3

Huawei FreeBuds 3

Tipo di auricolare

Nell'orecchio

Peso

4,5 g per auricolare
48 g (base di ricarica)

Dimensioni

41,5 x 20,4 x 17,8 mm
60,9 x 21,8 mm (base di ricarica)

Design e connessioni

USB-C, controllo gestuale, resistenza IPX4, ricarica wireless Qi (2 W)

Unità a membrana

Driver dinamico da 14,2 mm

Batteria

30 mAh (4 ore)
410 mAh (base di ricarica) (20 ore)

Tempo di ricarica

1 ora

Connettività

Bluetooth 5.1

Prezzo

175 euro

Nella scheda tecnica di Huawei FreeBuds 3 dobbiamo evidenziare il chip Kirin A1, il primo di Huawei dedicato esclusivamente ai dispositivi indossabili, il che ci dà un'idea chiara che non stiamo guardando un accessorio o un prodotto di passaggio ma piuttosto una linea chi desidera continuità e ricerca della qualità individuale.

Huawei ha cercato con queste cuffie di combinare comfort, esperienza utente e anche qualcosa di insolito in un design aperto: la cancellazione del rumore

Da notare anche la latenza annunciata per queste cuffie, a soli 190 ms, che apre un mondo di possibilità oltre l'audio puro, come vedremo nella sezione specifica della nostra analisi.

HUAWEI FreeBuds 3 - Cuffie wireless con cancellazione attiva del rumore (chip Kirin A1, bassa latenza, connessione Bluetooth ultra veloce, altoparlante 14mm, ricarica wireless) Colore bianco

Oggi su Amazon per € 120,00

Design compatto da trasportare ovunque

I nuovi Huawei FreeBuds 3 sono cuffie wireless il cui design è chiaramente riconoscibile. Sono a piano aperto e con un "zampa"A lungo che il mercato si associa già con un auricolare cordless e funzioni vivavoce.

A livello di design, la cosa più sorprendente è che, nonostante siano cuffie con cancellazione del rumore, Huawei ha deciso di mantenere un design aperto e globale, una decisione corretta per il comfort e la semplicità di posizionamento, ma rischiosa quando si tratta di personalizzazione. afferrare e ottenere più isolamento dal rumore esterno.

I vantaggi del design aperto sono anche gli svantaggi di ottenere una solida riduzione del rumore

Il primo obiettivo associato al comfort raggiunto da FreeBuds 3. Il loro peso quasi ridicolo di 4,5 grammi per telefono abbinato al design semplice e universale ti fanno davvero dimenticare che li stai indossando.

Non entrando nell'orecchio, sono cuffie molto comode che è possibile utilizzare ore e ore senza rendersi conto o provare alcun disagio. E si sono anche rivelati abbastanza affidabili nonostante ci lasciano la sensazione di non essere soggetti all'orecchio.

Nel nostro tempo di utilizzo non abbiamo riscontrato cadute accidentali e sono abbastanza sicure nelle orecchie.

Per il test abbiamo chiesto a diverse persone di indossarli per un po 'e il risultato è stato lo stesso: hanno elogiato che non sembrava che indossassero nulla o avevano la sensazione continua di cadere.

Quando facciamo sport o camminiamo un po 'più velocemente, abbiamo già avuto più dubbi sulla sua resistenza, ma alla fine non sono caduti. Ci è successo solo curiosamente in una situazione più critica e associato ai tocchi che devono essere eseguiti per controllarne le funzioni, quindi li consideriamo momenti in cui è necessario prestare un po 'più di attenzione.

Come altre cuffie wireless, Huawei FreeBuds 3 viene memorizzato e trasportato (e anche caricato) in una custodia compatta. Nel caso di FreeBuds 3, la custodia ha una forma rotonda che è pratica da trasportare da un lato all'altro.

Le custodie e anche le cuffie sono disponibili in due colori: bianco e nero. Abbiamo testato il nero con una finitura lucida, che è abbastanza incline a raccogliere impronte digitali e grasso dalle dita.

A livello di connessioni, la confezione di Huawei FreeBuds è molto semplice. Abbiamo solo una porta USB-C per la ricarica e un piccolo pulsante di sincronizzazione.

La posizione di quel pulsante non ci ha convinto. Almeno nel modello nero, a meno che non si sappia dalle istruzioni in cui si trova, potrebbe essere necessario del tempo per individuarlo perché è sul lato e senza alcun rilievo o delimitazione.

Per quanto riguarda le indicazioni dei LED, ce ne sono due: una interna che si illumina quando la scatola è aperta e che indica lo stato di carica della scatola con luci verdi o arancioni e una esterna situata vicino alla porta di ricarica e che indica se la ricarica è stata completata.

Utilizzo di Huawei FreeBuds 3

Il chip esclusivo per i dispositivi indossabili è una parte essenziale dell'esperienza utente dei nuovi FreeBuds 3. Una barriera più dell'entrata, dell'uso e delle cuffie wireless è di solito prima nell'accoppiamento e poi nelle connessioni e disconnessioni continue del terminale.

Huawei dimostra di aver lavorato su questo aspetto in FreeBuds 3 e ha praticamente ottenuto un accoppiamento istantaneo e una connessione posteriore trasparente per l'utente.

Qui entra in gioco l'ecosistema, come nel caso degli Apple Airpods. Sebbene FreePods 3 possa essere utilizzato con qualsiasi terminale, l'esperienza è rotonda con i terminali Huawei con EMUI 10. In essi, basta aprire la scatola di ricarica per saltare uno tenda per collegare direttamente FreeBuds e successivamente per conoscere lo stato della batteria.

Huawei ha riservato ai suoi terminali con EMUI 10 l'esperienza completa con FreeBuds, qualcosa che riduce la gamma di possibili utenti

Se si tratta di un altro terminale Android (o iOS), oltre al classico abbinamento tramite opzioni Bluetooth, Huawei utilizza l'applicazione gratuita AI di Huawei per facilitare questo processo. Basta aprirlo e premere il pulsante di associazione di FreeBuds 3 per due secondi per far funzionare tutto.

In questa applicazione è dove possiamo gestire i controlli touch, conoscere la carica della batteria di entrambi i casi e ciascun auricolare separatamente, controllare gli aggiornamenti del firmware e configurare la riduzione del rumore.

Per quanto riguarda i controlli, vengono eseguiti direttamente sulla superficie delle cuffie. L'azione su ciascuno di essi è associata a una funzione diversa, dal controllo della pausa o della riproduzione all'attivazione dell'assistente vocale o alla cancellazione del rumore. Ciò che non possiamo gestire è il controllo del volume, il che è sorprendente per quanto possa essere utile.

Due eccezionali miglioramenti di FreeBuds consentono di controllare il volume dalle cuffie e che senza riproduzione EMUI 10 viene messa in pausa quando rimuoviamo le cuffie

FreeBuds 3 include controlli touch sulla sua superficie. Un doppio tocco su di essi porta una funzione, per scegliere tra 4 nelle opzioni delle cuffie. Sono presenti la solita riproduzione / successiva, riproduzione / pausa, attivazione dell'assistente vocale o abilitazione / disabilitazione della riduzione del rumore, nonché quella di non applicare alcuna azione quando si toccano le cuffie. Quello che non abbiamo trovato ed è sorprendente perché è uno dei più richiesti in questo tipo di cuffie, è il controllo del volume.

Un'altra decisione controversa di Huawei è quella che lascia solo ai dispositivi con EMUI 10 l'arresto / riproduzione audio quando rimuoviamo una delle cuffie dall'orecchio. È una funzione troppo importante per lasciare i non proprietari di un terminale Huawei aggiornato senza di essa.

Riduzione del rumore limitata dal suo design aperto

Come avevamo già anticipato, essendo una cuffia dal design aperto, la cancellazione del rumore non ha intravisto di essere il migliore sul mercato. All'inizio, si perde tutto l'effetto che le cuffie intrauricolari producono per una prima riduzione passiva del suono ambientale.

Il sistema di riduzione del rumore viene attivato e disattivato nell'applicazione Huawei AI (o con un doppio tocco su un auricolare se è stato configurato in questo modo), dove possiamo anche regolare l'effetto di riduzione. Qui, poiché le cuffie hanno un design aperto, l'effetto di cancellazione deve essere mantenuto abbastanza alto da ottenere risultati apprezzabili.

L'efficacia della riduzione del rumore è maggiore con le basse frequenze solitamente associate allo sfondo e al rumore continuo. Voci o suoni acuti sono ancora evidenti, riducendo le aree in cui potremmo usare questa funzionalità. Non aspettarti una cancellazione del livello.

I FreePods 3 di Huawei offrono una qualità eccezionale quando si tratta di voce, sia nella musica che soprattutto nelle chiamate

E la qualità del suono? I FreeBuds 3 vantano driver dinamici da 14 mm, che ci offrono grande fedeltà, chiarezza e buona potenza sonora, specialmente alle medie frequenze senza rinunciare ai bassi buoni, sempre entro i limiti fisici di questo tipo di cuffie. Anche a volumi elevati.

La qualità è molto alta quando ci riferiamo alle voci. Sia con la musica che in particolare nei podcast e nelle telefonate, FreeBuds 3 vanta chiarezza e potenza del meglio in questo tipo di dispositivo.

Autonomia

Huawei FreeBuds 3 presenta un'autonomia teorica di 4 ore con una singola carica. Se aggiungiamo il carico tramite caso, potremmo raggiungere le 20 ore. La realtà è in qualche modo remota ma rimane a livelli accettabili per questo tipo di dispositivo.

Ascoltando continuamente musica o telefonando, Huawei FreePods 3 ci è durato in media 3 ore e mezza. In effetti possiamo effettivamente parlare di 13-14 ore di autonomia poiché la custodia di ricarica ci terrà sempre FreeBuds. L'avvertimento di bassa carica della scatola è indicato dall'illuminazione rossa del LED interno.

Con una batteria per circa 3 ore e una ricarica rapida dalla custodia, l'autonomia è uno dei punti forti di queste cuffie

Un punto culminante di Huawei FreeBuds 3 è nella ricarica rapida. Questo mi sembra fondamentale in un dispositivo indossabile poiché spesso dimenticheremo che è necessario caricarli e senza un modello fisso per farlo, come accade per esempio con gli smartphone, avere un vero sistema di ricarica veloce è un punto molto favorevole.

Nei nostri test, cablati (ricarica USB-C), FreeBuds 3 raggiunge il 50% di carica in meno di 20 minuti. Per un'emergenza è l'ideale. La carica completa si è verificata subito dopo 35 minuti.

Huawei FreeBuds 3, l'opinione di Xataka

La lealtà in un ecosistema per l'utente è una pratica che qualsiasi produttore vorrebbe. La gamma di accessori di uno smartphone, soprattutto se è di fascia alta e ha comportato un investimento significativo, è un modo diretto per cercare quella lealtà.

Huawei FreeBuds 3, senza essere cuffie esclusive per dispositivi del produttore asiatico, migliora l'esperienza d'uso quando li abbiamo associati a uno smartphone Huawei con EMUI 10. Quindi, ad esempio, possiamo rimuoverli e mettere in pausa la riproduzione, qualcosa di così essenziale nella l'esperienza dell'utente che non comprendiamo non è possibile con altri terminali o versioni precedenti del livello Huawei.

Per quanto riguarda la qualità del suono, qui non ci sono differenze in base all'ecosistema e siamo rimasti molto soddisfatti della qualità audio complessiva, che risulta essere eccellente quando si parla di voce. E tutto questo con un design molto confortevole ed efficace.

Siamo rimasti meno soddisfatti di una delle sue caratteristiche principali: la riduzione del rumore. In un progetto aperto, perdiamo già molto interesse per questa funzione, quindi l'efficacia e la realtà dell'uso sono piuttosto limitate a momenti specifici. Ma che tale possibilità esista a questo prezzo è interessante.

HUAWEI FreeBuds 3 - Cuffie wireless con cancellazione attiva del rumore (chip Kirin A1, bassa latenza, connessione Bluetooth ultra veloce, altoparlante 14mm, ricarica wireless) Colore bianco

Oggi su Amazon per € 120,00

Questo prodotto è stato rilasciato per i test da Huawei. Può indagare sulla nostra politica di relazioni con le imprese.

Condividere none:  Analisi Divertimento Mobile 

Articoli Interessanti

add