HTC Touch Pro, recensione video

HTC Siamo rimasti molto sorpresi dal lancio del diamante. Quando abbiamo potuto provarlo abbiamo trovato uno dei migliori smartphone Dal mercato Certo, non era privo di inconvenienti.

Alcuni di loro sono stati risolti nel HTC Touch Pro, che abbiamo tra le mani in questi giorni. È una versione evoluta del Diamond, alla quale sono state aggiunte una tastiera scorrevole, un flash per fotocamera e la possibilità di utilizzare schede MicroSD, anche se in cambio dell'eliminazione dei 4 GB di memoria forniti con il modello precedente.

A prima vista, ciò che sorprende di più HTC Touch Pro è il suo spessore. Se Diamond viene mostrato come un terminale con uno spessore normale per ciò che offre, Touch Pro praticamente lo raddoppia, grazie all'inclusione della tastiera scorrevole.

Ovviamente, questo aumento di dimensioni è accompagnato da un aumento di peso, 165 grammi quasi esagerati. Non è un telefono da portare nella tasca della camicia. Abituato a trasportare telefoni cellulari molto più leggeri, il peso del HTC Touch Pro è scomodo.

In cambio, otteniamo un aggiornamento sostanziale, una tastiera fisica. Uno degli aspetti che ci è piaciuto di meno del Diamond è stata la sua tastiera su schermo, che migliora quella che viene fornita di default in Windows Mobile, ma non è molto pratica, soprattutto perché i tasti che si trovano sui lati dello schermo sono molto difficili da stampa.

Invece, la tastiera scorrevole di Pro ci consente di inserire il testo molto più velocemente, essendo abbastanza comodo da usare. Non è la tastiera di un computer, ma subito dopo averlo tra le mani ci si abitua rapidamente ed è molto produttivo.

Quando apriamo la tastiera, lo schermo ruota automaticamente per utilizzare il terminale in modalità orizzontale. E se nella maggior parte delle applicazioni difficilmente noteremo cambiamenti, a parte uno schermo più ampio che alto, la sua interfaccia TouchFlo3D scompare quando si utilizza la tastiera, sostituita da una serie di scorciatoie per varie funzioni.

È l'opzione che hai preso HTC non dover riprogettare TouchFlo3D per il suo funzionamento orizzontale e penso che abbia molta logica. Il miglior uso di questa interfaccia è con il telefono chiuso e con facile accesso con le dita allo schermo.

Parlando di TouchFlo3D, continua a offrirci le stesse opzioni del Diamond, consentendo l'uso delle funzioni più comuni senza la necessità di stilo. Per coloro che non l'hanno mai provato prima, il passaggio dalla classica interfaccia di Windows Mobile è più che notevole e rende mobile uno strumento molto più produttivo.

Il fatto che sia stato aggiunto un flash alla fotocamera e che la durata della batteria sia stata aumentata è un buon punto HTC Touch Pro, in particolare quest'ultimo, poiché era una delle lamentele dei proprietari del Diamond. Non siamo ancora stati in grado di verificare la reale autonomia del Pro, ma al momento sembra contenere più del modello precedente.

In conclusione, possiamo dire che il HTC Touch Pro non viene per sostituire il diamante, ma per completarlo. È più focalizzato su un pubblico professionale, che ha bisogno di una tastiera per inserire una maggiore quantità di testo, sia che si tratti di scrivere e-mail, modificare file, ... che è anche evidente in quanto non include la memoria da 4 GB.

Per il resto degli utenti, lo spessore e il peso eccessivi del telefono ci spingono maggiormente verso il Diamond, anche se qualcosa che mi è piaciuto di più nel Pro è che il case posteriore, nonostante mantenga la forma del diamante, non è lucido, ma opaco, che gli impedisce di sporcarsi semplicemente unendo le dita, oltre a dargli una presa migliore sul tavolo.

In Xataka |HTC Tocca Pro.

Condividere none:  Scienza Mobile Analisi 

Articoli Interessanti

add
close