Guida all'acquisto di sedie da ufficio: consigli per l'acquisto e modelli consigliati

Molte persone trascorrono mezza giornata a sedersi, e non è un'esagerazione: durante il lavoro, la guida, sul divano ... Con questo in mente, prendersi cura delle posture e dei luoghi in cui sediamo va ben oltre il comfort: è una questione di salute. Abbiamo consultato fisioterapisti esperti in postura per aiutarci a scegliere le sedie da ufficio più adatte alle nostre esigenze dal punto di vista dell'ergonomia.

Abbiamo chiacchierato con Carlos Castaño Ortiz, professore alla E.U. Gimbernat e capo di Fisioperpinyà, fisioterapista specializzato in posturologia ed ergonomia Alex Soria Pineño di FisioMedit, Amaia Jáuregui Idoate del Sueskun Center e Moisés Giménez, fisioterapista in Salute occupazionale del Diputació de València, professore di fisioterapia pediatrica e professore di Audio professore la Facoltà di Fisioterapia dell'Università di Valencia su cosa dovremmo guardare quando acquistiamo una sedia da ufficio e quali modelli raccomandano.

Comfort ed ergonomia, due concetti diversi

Non appena iniziano, Moisés Gimenez lancia una brocca di acqua fredda: "Gli studi ci mostrano che nonostante abbiano fatto grandi sforzi per migliorare l'arredamento e le condizioni ergonomiche, i problemi muscoloscheletrici non solo non migliorano, ma in alcuni casi lo faranno Peggio anno dopo anno. E tutto ciò ci dice che forse ci manca il modo di avvicinarci all'ergonomia ".

"Una sedia" comoda "non provocherà meno dolore. Una sedia comoda ci farà sentire ... a nostro agio, e non cambiamo la nostra postura durante tutte quelle ore. Ed è qui che si è visto che c'è un'importante correlazione con condizioni muscoloscheletriche: una postura prolungata sta gridando per il dolore. " (Moisés Giménez)

Data la realtà di passare 8 ore in ufficio seduti, Álex Soria ci consiglia anche di muoverci: "La cosa più consigliabile è alzarsi ed eseguire allungamenti (collo, schiena, braccia e gambe) almeno ogni 2 ore per evitare intorpidimento delle gambe a causa di mancanza di circolazione sanguigna e sovraccarico muscolare. L'esecuzione di esercizi di flessibilità riduce la tensione muscolare, migliora la circolazione sanguigna e riduce lo stress e l'ansia. "

Amaia ha lo stesso impatto e dà anche idee su un concetto di sedia da ufficio per il futuro: "La cosa fondamentale è che ogni due ore la persona si alza e si muove. Non importa quanto sia comoda una sedia, se ci sono 8 ore alla fine ci sarà dolore sì o sì. Sarebbe l'ideale se inventassero una sedia con pedali per muovere i piedi e migliorare la postura e la circolazione "

Questa illustrazione di Carlos Castaño lo riassume molto bene

Carlos Castaño chiarisce: "Una sedia non farà più o meno male alla schiena, quello che farà è renderti più a tuo agio quando sei malato. Ma questo non è noto fino a quando non vengono testati, perché anche il dolore di La schiena è variabile, a volte fa male da una parte, altre dall'altra, altre volte si estende al gluteo e alla gamba. È difficile da sapere ".

Come dovrebbe essere il design di una sedia da ufficio

Álex Soria di FisioMedit spiega: "Ogni persona, a causa di una serie di fattori diversi, ha una propria postura unica. C'è chi ha la schiena piatta, la schiena curva o una combinazione di entrambi, e di conseguenza una diversa posizione della testa. Sono più alti e più corti, più sottili e più pesanti ".

Dal momento che non siamo tutti uguali, non possiamo pretendere che tutte le persone si sentano a proprio agio con la stessa sedia, quindi la sedia da ufficio "universale" dovrebbe essere adattabile

Álex continua a elencare i criteri di design desiderabili in una sedia da ufficio: "Deve avere ruote per facilitare i movimenti lungo il tavolo da ufficio, evitando posizioni forzate per spostarlo. L'altezza del sedile deve essere regolabile, in modo che i piedi siano supportati sul pavimento e sull'anca è leggermente sopra il ginocchio con un angolo di 90º-90º, in modo che la posizione del bacino sia il più neutra possibile. Anche la profondità del sedile deve essere regolabile. "

Amaia Jáuregui insiste sull'importanza di essere regolabili, fornendo un altro dettaglio da tenere in considerazione per quanto riguarda l'altezza: "In questo modo assicuriamo che la persona abbia il computer all'altezza degli occhi, in modo che le cervicali siano allineate ".

Carlos Castaño approfondisce, spiegando che oltre ad essere regolabile, il design non è così importante: "Ho trascorso molte ore seduto davanti al computer perché ho dato il GOW molto sul serio. Qualcosa che viene spesso trascurato è quello di le impronte sul muro che vediamo proprio di fronte alla sedia. Questo perché cerchi di allungare i piedi e non puoi e denota un problema di spazio. Ecco perché le sedie con altezza regolabile offrono un vantaggio in più. Anche le dimensioni delle gambe e le ruote, in modo da poter riposare i piedi e giocare. Deve esserci libertà nelle gambe, in modo che possiamo muoverci. "

Castaño continua la sua spiegazione menzionando un design molto popolare tra i giocatori, le sedie sportive che emulano i sedili dei veicoli: "Un seggiolino per auto è realizzato per avere un baricentro molto basso, per avere una buona visibilità della pista ... una sedia non è la stessa cosa. Il design sportivo è una sciocchezza ... a meno che tu non giochi "tentacolare" con la testa all'indietro, le braccia molto sostenute e muovi solo i polsi.

Moisés Giménez è schietto: "Non consiglio mai sedie eccessivamente comode. In alcuni casi evitiamo persino lo schienale, ma non in tutti: nei lavori di" ascolto "(servizio clienti o telefono, ad esempio), si consiglia vivamente di incorporarlo. in ogni caso, vogliamo incoraggiare il movimento ".

Una sedia da ufficio per fare un pisolino?

Fai attenzione con supporti come braccioli, poggiapiedi, cuscino lombare ...

Nel mercato troviamo sedie di ogni tipo: dal minimalismo di uno sgabello a sedie da ufficio che sembrano il divano di casa. In che misura è necessario incorporare elementi come il bracciolo o il poggiapiedi?

Amaia spiega che il minimo che una sedia da ufficio dovrebbe avere sono i braccioli per riposare questi arti e cambiare posizione durante il giorno. Il poggiapiedi sembra essere in qualche modo opzionale, anche se sarebbe sufficiente regolare l'altezza in modo adeguato. Da questa base, "la cosa migliore è una sedia neutra e che tutti la adattino".

Carlos sottolinea la vera funzione dei braccioli e la loro importanza: "Nessuno appoggia le braccia sul bracciolo. Fondamentalmente servono per sostenerti, sollevare il sedere e sedersi di nuovo. Per il resto è un ostacolo: si pizzicano i gomiti, si danno fastidio girando quando si colpisce la scrivania ... ".

Álex Soria li incorpora anche nella sua idea di sedia ideale: "Deve avere i braccioli e questi devono essere regolabili in altezza per evitare posizioni forzate".

Cuscino lombare sì o no?

Il cuscino lombare si è rivelato essere l'elemento di discordia tra i fisioterapisti e i posturologi consultati. Mentre Moisés Giménez e Carlos Castaño sostengono di non includerlo, (come abbiamo già visto, Giménez scommette su sedie senza schienale) Amaia e Álex invitano a valutarlo in base a ciascuna persona.

Amaia avverte del cuscino lombare in una sedia da ufficio: "In generale, con il cuscino lombare poggia i dischi vertebrali e previene le ernie. Tuttavia, ogni caso è un mondo: ci sono persone che hanno l'ipelordosi e ne avrebbero bisogno, ma altri che hanno una rettifica di colonna, ad esempio, non ne avranno bisogno. "

Álex de FisioMedit raccomanda almeno "una leggera sporgenza che consenta di eseguire questo supporto (lombare), che deve anche essere regolabile in inclinazione anteroposteriore. Va sempre tenuto presente che se lo schienale è inclinato all'indietro, la testa tenderà ad andare in avanti per compensare lo squilibrio, quindi sarà una fonte di dolore cervicale ".

Carlos Castaño si sporge dalla parte opposta in questo senso e parla della relazione tra sociologia e posizioni:

"Prestare attenzione anche al supporto lombare, perché in generale, sporgersi in avanti aumenta il dolore. Ci sono studi negli adolescenti che mostrano che ci sono sottogruppi che si sentono diversi, con la testa in avanti. È qualcosa attribuibile a fattori psicosociali, ma non al dolore. Dai, la gobba nei giovani non ha molto a che fare con la testa e il collo feriti, ma con altre cose "

Possiamo concludere che l'adozione della posizione di inclinazione della schiena non è buona, ma nemmeno in avanti.

Materiali traspiranti e resistenti

Carlos suggerisce che materiali leggeri e resistenti possano muoversi facilmente. Ma dobbiamo prestare attenzione al volume dell'utente: "Abbiamo bisogno di una sedia che supporti e si inclini molto, nel caso in cui usciamo sempre dallo stesso lato, ci appoggiamo ... anche se a lungo termine può far inclinare la sedia e la schiena con lei."

Álex mette in guardia su questo compromesso tra inclinazione e stabilità, sia nei materiali che nel design: "La sedia deve avere una costituzione molto stabile, perché tutti tendiamo a inclinarci di più da un lato o dall'altro e i sedili che si appoggiano da un lato o dall'altro a seconda del il nostro peso potrebbe generare mal di schiena quando si generano posizioni scoliotiche ".

Se ci atteniamo alle proprietà dei materiali, sebbene la pelle sia stata tradizionalmente una delle più utilizzate, Carlos Castaño opta per materiali tessili o trame che traspare: "Se hai intenzione di trascorrere l'estate lavorando con il ventilatore della porta accanto, lo farai attaccare come il velcro ".

Álex Soria prosegue su questa linea: "il tessuto deve essere traspirante, ipoallergenico e non deve scivolare". Da parte sua, Amaia si riferisce alla durezza dei materiali, che non dovrebbe essere né molto imbottita né molto rigida: "Deve essere qualcosa nel mezzo, come i cuscini".

Quali modelli raccomandano gli esperti?

Moisés Giménez chiede i posti che ci costringono ad essere attivi e non semplicemente a lasciarci cadere, ad esempio un fitball (11,99 euro):

Il dottor Leon Straker una volta disse che il tuo posto ideale sarebbe stata la panca di legno di una chiesa, perché ti costringe a non sederti per più di mezz'ora. Seguendo questa linea vado con un fitball, che sebbene non sia una panacea, induce miglioramenti nei pazienti con patologia. Certo, ha gli svantaggi del disagio e della perdita di equilibrio. Ma non avrai problemi quando fai i compiti.

Un'altra raccomandazione di Giménez sono le sedie senza schienale con supporto per le ginocchia, un'idea a cui si unisce Carlos Castaño, che ci spiega: "Con queste sedie allenate sempre il lombare. Se non provate dolore o sovrappeso, è Un'alternativa interessante per allenare ed educare la postura, ma per le persone con patologia o buona pancia possono essere torture. Nel mercato troviamo modelli che vanno da 79 euro a più di 300 euro, il che mi sembra molto per quello che sono. Ma qui dobbiamo prestare particolare attenzione a quanto peso supportano ".

Come consiglio generale, Castaño si impegna a non investire troppo in una sedia: "qualcosa che ti piace, che è comodo e che si adatta allo stile del tuo ufficio". Con questa premessa, ci dice quali sono state le sue scelte personali per la sua vita quotidiana, tenendo conto della sua esperienza professionale e dell'uso che dà loro:

A casa ho il Vagsberg (69,99 euro) da dipingere su una grande scrivania. Quando voglio svolgere compiti di precisione come il gioco, il disegno vettoriale e il layout, cambio Renberget (49,99 euro) e al lavoro, ho lo sgabello Kullaberg accanto alla barella (39,99 euro).

Tre proposte dell'IKEA svedese in cui curiosamente non è inclusa la sedia Markus (169 euro), uno dei modelli più popolari tra le sedie da ufficio.

Amaia ci offre anche alcune alternative semplici e più complete, ma anche un prezzo più alto: "Ho guardato cosa c'è sul mercato e ne sto sicuramente scegliendo due. Non sono economici ma ne valgono la pena perché ti permettono di regolare assolutamente tutto. È il Heron Miller's Aeron (1.380 euro nuovi e 665,50 euro ricondizionati), anch'esso traspirante, e Steelcase Please II (339 euro ricondizionato). Un'altra opzione che trovo interessante se stiamo cercando qualcosa di più stretto è lo Yale (68.99 euro), una sedia base traspirante che consente una buona postura integrale che soddisfa requisiti come essere regolabile in altezza, inclinabile e con braccioli ".

Álex Soria rivede spesso quali sono le sedie da ufficio sul mercato per il suo lavoro ed è chiaro su quale sia il suo preferito:

"Scelgo Actiu TNK Flex (478 euro) con testiera. È regolabile a tutti i livelli: altezza, profondità, braccioli (in altezza e profondità) e altezza della curva lombare. Rispetta la cifosi naturale del segmento dorsale del colonna e presenta anche una testiera regolabile in tutti i piani. "

Nota: alcuni dei link pubblicati qui provengono da affiliati. Nonostante ciò, nessuno degli articoli citati è stato proposto da marchi o negozi, la loro introduzione è stata una decisione unica del team di redattori.

Condividere none:  Mobile Scienza Analisi 

Articoli Interessanti

add