Anoressia e gruppi di WhatsApp: lontano dalla legge, blog e forum (Clear the X, 1x14)

Lo scrittore Luis Magrinyà ha affermato che "Internet sarà quello che vogliamo che sia", ma penso che si sbagliasse. Internet è ciò che siamo e i social network, uno spioncino attraverso il quale osservare ciò che fanno i vicini. Uno specchio (concavo o convesso) che restituisce, distorte, immagini di noi stessi.

Oggi in 'Clear the X' ci avvicineremo a quello spioncino per osservare un fenomeno che convive con tutti noi senza che ce ne accorgiamo: gruppi di WhatsApp in cui le persone che soffrono di anoressia, bulimia e altri disturbi alimentari condividono la loro giornata a giorno.

Per questo, siamo affiancati da Alesya Makarova (@AlesyaCrocodile), redattore di rapporti per Weblogs SL e Iria Reguera (@iriareguera), psicologa ed editrice di Vitónica. Insieme, esplorano le due dimensioni del fenomeno: l'esperienza diretta di qualcuno che si è tuffato in questi gruppi per mesi e quella degli esperti e dei professionisti della salute che lavorano per aiutare (e capire) questi disturbi.

Le vite dietro la crittografia

Alcune settimane fa, abbiamo pubblicato il rapporto Makarova su Xataka in cui ha raccontato la sua esperienza in un massimo di otto diversi gruppi di WhatsApp. Ed è stata questa storia che ci ha portato a cercare uno sguardo più analitico su una realtà che vive all'interno delle mura della crittografia end-to-end dei servizi di messaggistica.

E non che ci troviamo è un problema molto più complesso di quanto sembri su cui si basano i problemi di salute, legali e sociali. Parliamo di profili, pratiche e la sensazione che rimane dopo "vivere" con questi gruppi durante questo periodo.

Ma approfondiamo anche la natura e i problemi di questi disturbi. Cerchiamo di capire fino a che punto i social network aiutano a svilupparli o prevenirli e, infine, analizziamo i consigli che i professionisti forniscono per accompagnare e aiutare le persone che si trovano in questa situazione.

In precedenza, in Cancella la X

  • 1x13: The Devil's Seed: le sfide che l'agrotechnology deve cambiare nel futuro del cibo
  • 1x12: Samsung Galaxy Note 9 e il difficile compito di innovare sui cellulari con due versioni all'anno
  • 1x11: HBO vuole essere come Netflix e Netflix non vuole essere come nessuno
  • 1x10: Google, Android e una pietra sulla strada chiamata Europa
  • 1x09: "Fortnite" e la sua battaglia per spezzare la storia dei videogiochi in due
  • 1x08: L'ideologia di Elon Musk, la società che sogna Marte
  • 1x07: tecnologia vs. romanticismo: cosa porta VAR al calcio?
  • 1x06: Disney ha accusato Star Wars di usarlo così tanto
  • 1x05: Don't Kill My Console, Videogioco Netflix
  • 1x04: Microsoft vuole smettere di essere Microsoft, la domanda è chi prenderà il suo posto
  • 1x03: quando la prima slot machine gioca un gioco minore è un gioco "gratuito"
  • 1x02: Punto di svolta: rifiuto sociale dell'utilizzo del telefono cellulare troppo
  • 1x01: Perché né la polizia né il sistema giudiziario spagnolo cancellano i dati della vittima di La Manada da Internet

Ogni settimana un nuovo capitolo

E ricorda: ogni giovedì avrai un nuovo capitolo nel nostro podcast Despeja la X, in cui analizzeremo a fondo il grande problema tecnologico di ogni settimana. Puoi ascoltarlo da qui o iscriverti tramite iVoox, Spotify o iTunes.

E se vuoi ancora di più, ti ricordiamo che hai a disposizione anche il resto del podcast Xataka:

  • Inserisci Coin (iVoox, Spotify o iTunes): ogni programma, un super specialista e un ospite tecnico su alcuni degli argomenti che ci affascinano.
  • Xataka Now (iVoox o Spotify): le notizie tecnologiche quotidiane, riassunte sotto forma di notizie di pochi minuti.

Grazie per esserti unito a noi!

Condividere none:  Mobile Scienza Analisi 

Articoli Interessanti

add