Custodie per cellulari con sensori, la nuova scommessa di DoCoMo

I contatori Geiger sono un componente molto problematico sui telefoni cellulari. È per integrarli in uno smartphone e dire addio a preziosi millimetri di spessore. Qualcosa di simile accade con i rilevatori di alito cattivo, che devono essere visti mentre consumano la batteria.

Lasciando da parte l'ironia, questo e altro è ciò che i manager dell'ingegneria dell'operatore giapponese DoCoMo devono aver pensato, che hanno appena annunciato una nuova gamma di custodie per telefoni cellulari che, oltre ai cristalli Swarovski e ai disegni di Hello Kitty, arrivano con sensori di diverse pellicce.

La logica dietro questo evento potrebbe nascere solo in Giappone. Esistono numerose funzioni che sarebbe utile se un cellulare potesse fare, ma molte di esse non vengono utilizzate regolarmente o, se integrate in un cellulare, ne aumenterebbero notevolmente lo spessore. Per evitarlo, quale modo migliore per integrare queste funzioni in un caso che, quando collegato al telefono e attraverso l'applicazione corrispondente, ci consente di fare cose nuove con il terminale.

I primi tre modelli di queste copertine attive comprendono diverse funzioni. Il primo integra un utile contatore di radioattività Geiger per verificare se il maguro che stiamo mangiando è stato recentemente in vacanza sulle rive di Fukushima. La seconda cover incorpora un sensore chimico che, come un naso, elettronico, ci consente di verificare se il nostro respiro è socialmente accettabile.

Infine, la terza manica viene utilizzata per misurare i cambiamenti nella percentuale del nostro corpo e nella massa muscolare dopo l'esercizio. DoCoMo non ha specificato esattamente con quale tipo di sensore analizza il caso. Un ultimo sensore di raggi ultravioletti ci mette in dubbio se le coperture saranno anche in grado di avvisarci quando passeremo sotto un buco nello strato di ozono. Tuttavia, ci manca il rilevatore di meteoriti e il sismografo.

I casi attivi non saranno ancora rilasciati. Prima di DoCoMo deve valutare se realizzare modelli universali o adattare le copertine a ciascun modello di dispositivo. Tuttavia, dubitiamo che l'iniziativa si estenderà a questa parte del mondo, o forse lo farà. Le mode a volte sono molto rare.

Condividere none:  Analisi Scienza Mobile 

Articoli Interessanti

add
close