Squadra di simulazione di guida Coque López (Williams eSports): volante, sedile e altro ancora

A soli 20 anni, Coque "Williams_Coque14" López è uno dei migliori piloti spagnoli di Gran Turismo Sport. Abbiamo chiacchierato con il villenense per raccontarci la sua esperienza di Simracing, quale squadra usa sia in competizione che nella sua vita quotidiana e perché lo ha scelto.

Il tuo team di guida

Attualmente nel team Williams eSports, Coque López ha iniziato a simracing a 13 anni dopo diversi anni di competizione nel motociclismo reale, uno sport che ha lasciato e tornato all'età di 16 anni. A 18 anni ha abbandonato definitivamente il motociclismo e tornò a Simracing con il chiaro obiettivo di professionalizzare. Tuttavia, come qualsiasi altro professionista dello sport, la passione e l'hobby sono partiti dai tornei, nel suo caso nella casa di famiglia.

"Il mio primo gioco di guida è stato quello di motociclette per PlayStation. Non ricordo esattamente il nome, ma penso che sia stato Moto Racer World Tour o qualcosa del genere."

Con ore e ore a giocare e correre dietro di lui, Coque ricorda ancora la squadra con cui ha iniziato: "Ho iniziato con un Logitech G29 (€ 219,90) ad una scrivania con una sedia a rotelle e un televisore da 16 pollici".

Da allora sono successe molte cose, con ricordi indimenticabili per il pilota di Alicante come la qualificazione al Campionato Europeo di Gran Turismo nel 2018, la cui finale si è svolta a Madrid e dove Coque era quarto. Questo gli ha permesso di qualificarsi per la Coppa del Mondo, dove ha concluso in settima posizione in una salita che non conosce ancora limiti:

"Ero quarto nel campionato europeo e poi ho terminato settimo nel campionato del mondo dell'anno scorso. Quest'anno c'è stato un tour mondiale a Parigi e sono arrivato sesto, quindi sono molto contento perché i piloti erano gli stessi, quindi sono stato in grado di migliorare i miei risultati. Ho anche partecipato a SCE, vincendo le ultime tre stagioni con la mia squadra "

Al giorno d'oggi, non ha nemmeno una squadra specifica per competere: "Nelle competizioni ufficiali la configurazione di solito dipende dall'organizzatore, sono venuto a competere in tornei faccia a faccia con 3 diverse marche di volante, televisione o cabina di pilotaggio".

Con questo in mente, sembra chiaro che l'adattabilità di un pilota di eSports deve essere elevata, poiché ha poco tempo per abituarsi agli strumenti che usa in competizione.

Quando è a casa, ha una configurazione scelta con cui si sente a suo agio: "Uso il Fanatec CSL Elite (599,95 euro) su PS4 come volante. Playseat è stato lo sponsor della mia squadra e mi ha inviato l'abitacolo che Mi è piaciuto di più quelli che ho provato durante gli eventi, il Rig Pro. Ho anche un monitor BenQ EX3203R da 32 pollici curvo (499 euro). "

Quale volante scegliere

Prestando attenzione alla nota differenza di prezzo tra la tua configurazione iniziale e quella che stai attualmente impiegando, la domanda ci sembra obbligatoria: che differenza fa un volantino di mille euro da uno di 200 euro?

"La differenza è principalmente nelle sensazioni. Più soldi investi, più reale sarà la guida e che può far passare le ore, il che è un miglioramento."

Certo, avere un volante premium non ti rende un esperto: "Direi che un volante costoso non ti rende più veloce. Ma in una gara, con l'usura delle gomme hai un piccolo vantaggio, perché avendo sensazioni migliori, hai informazioni in ogni momento in modo da non girare il volante più del necessario e avere problemi di usura ".

Pertanto, prima di acquistare una ruota motrice se abbiamo aspirazioni serie, Coque spiega che è essenziale tenere conto "delle sensazioni che provi con il materiale con cui è fabbricato, il prezzo e il materiale utilizzato in quel momento nel tornei faccia a faccia a cui vuoi iscriverti. "

Ma per competere nei giochi di guida, devi prima iniziare dall'inizio. Cioè, prenditi ore e ti piace ... ma hai anche una ruota motrice che offre un'esperienza realistica. Questi sono i consigli di Coque López:

"Raccomando 3 volanti. Logitech G29 è il più economico ed è ideale per iniziare a Simracing, con un buon rapporto qualità / prezzo. Un'altra opzione è il Thrustmaster TGT (643 euro), il volante ufficiale GT Sport, ideale per questo simulatore specifico per la tastiera ".

Thrustmaster TGT, il volante ufficiale per GT Sport

Per finire, López raccomanda Fanatec CSL Elite, il suo. "Questo volante è quello che ti dà la migliore sensazione durante la guida. Ideale per cercare nuove sfide e scoprire nuove frontiere. Secondo me, il migliore dei 3."

Ma López insiste, ci devi mettere ore, perché Simracing è uno sport pieno di dettagli che i piloti usano:

"La cosa normale è allenarsi in base alla prossima competizione che hai, ma di solito mi dedico tra 1 e 4 ore al giorno. Parte del mio addestramento è comune a quello che hanno i piloti. In effetti, è abbastanza comune trovare piloti professionisti in Simracing, dato che lo usano come strumento. Non vedremo Messi o Cristiano migliorare le loro abilità in FIFA, ma vedremo Lando Norris in Simracing apprendere circuiti, curve, traiettorie, alberi di F1 ... tutto è importante per essere più veloci in una gara. "

Se qualcuno vuole dedicarsi professionalmente a Simracing, questo è il loro consiglio oltre il team: "Sii sempre paziente. Non inizierai e sarai competitivo, devi essere paziente e concentrarti su dove si trova il tuo sito, soprattutto perché non esiste un singolo simulatore, Esistono molte piattaforme diverse, quindi se vuoi iniziare, scegli quello che più ti si addice e non dove ci sono premi migliori, e ovviamente divertiti sempre, perché se lo prendi come responsabilità, non ti divertirai!

Un lettore PlayStation, ma anche un lettore PC

Coque López confessa di essere un giocatore console, con un volante per Simracing e il controller PS4 ufficiale per quando gioca a titoli come Rocket League o Call Of Duty con gli amici. Tuttavia, ora ha anche fatto il salto sul PC:

"Sono sempre stato più una console. Ma dal momento che il mio team, Williams eSports, ha ottenuto la sponsorizzazione di Chillblast, competo su entrambe le piattaforme grazie a un PC Chillblast personalizzato dal mio team."

Sul computer che usa per competere su questa piattaforma, López spiega alcune caratteristiche a livello hardware: "Non sono mai stato un pilota di PC, ma se ricordo bene, ha un processore i7 9900K (505,90 euro) e una carta Grafica Nvidia GTX 2080 Ti (1.204 euro). "

Tuttavia, Coque Williams non spiega che non è necessario investire tanto un processore di ultima generazione o una scheda grafica così potente per competere in Simracing: "Ho sempre sentito che un budget minimo può essere di 500 o 600 euro per far funzionare il PC in tutto i simulatori ".

Anche se competere è un'altra storia: "Puoi giocare a livello di competizione con un PC modesto, ma questo è come sempre, più zucchero, più dolce".

Puoi essere aggiornato e sempre informato delle principali offerte e novità di Xataka Selección sul nostro canale Telegram o sui nostri profili di riviste Twitter, Facebook e Flipboard.

Nota: alcuni dei link pubblicati qui provengono da affiliati. Nonostante ciò, nessuno degli articoli citati è stato proposto da marchi o negozi, la loro introduzione è stata una decisione unica del team di editori.

Gigabyte GeForce RTX 2080 Ti Gaming OC 11GB GDDR6 - Scheda grafica (GV-N208TGAMING OC-11GC, 352 bit, 7680 x 4320 Pixel, PCI Express x16 3.0)

Oggi in Amazon per 1.278,99 €

Condividere none:  Analisi Scienza La Nostra Selezione 

Articoli Interessanti

add