Il team di Antonio Sabán: computer, macchina fotografica, smartphone, accessori e altro ancora

A 27 anni, Antonio Sabán è un veterano dei media digitali. Oltre a collaborare con Xataka, è caporedattore e coordinatore di Genbeta. Appassionato di tecnologia, l'Andaluso è un riferimento in Webedia quando si tratta di consultare le specifiche tecniche di diversi gadget per la loro memoria e meticolosità. Abbiamo chiacchierato con Antonio per dirci con quale squadra lavora e perché lo ha scelto.

Due computer con macOS e uno schermo 4K nel tuo giorno per giorno

Per Antonio Sabán, macOS è il suo sistema operativo preferito per lavorare, una questione di comfort e abitudine:

"Sono un utente Mac da quando ero piccolo, perché mio padre li aveva per la progettazione grafica e sebbene abbia usato e analizzato anche molti PC Windows, nulla mi fa sentire a mio agio come macOS oggi. Ho dato a Windows 10 molte opportunità e riconosco che è un ottimo sistema, ma proprio come sugli smartphone posso vivere in pace con iOS o Android, sul desktop ho bisogno di macOS ".

Per lavoro a casa e in viaggio, usa un MacBook Pro da 13 "dalla fine del 2013, che vuole estendere fino al 2020 o al 2021:" Sto aspettando di vedere se Apple ha finalmente risolto il problema delle tastiere e vedere cosa succede a la transizione teorica ad ARM che dovrebbe arrivare il prossimo anno ".

Tuttavia, riconosce che in intensi giorni di lavoro, l'hardware del suo laptop non è all'altezza:

"Mancando un po 'di potenza e versatilità, ho anche acquistato un HP Elite 8300 ricondizionato (€ 395), per la semplice ragione che per pochi soldi hai una macchina relativamente silenziosa ea bassa potenza con capacità fino a 32 GB di RAM ( nel mio caso ha 16 GB), Core i7-3770, SSD e, soprattutto, Compatibilità con macOS Mojave perché è molto facile hackerarlo. È il computer che di solito uso quotidianamente, ed essendo quasi due volte più potente del mio MBP (a livello di iMac di fascia alta dal 2012, non c'è da stupirsi al momento) che sposta liberamente i file RAW in Adobe Lightroom, che è la cosa più impegnativa che faccio di solito. "

Sull'esperienza di trasformarlo in un hackintosh: "L'avevo già fatto su laptop, e non era molto difficile farlo funzionare seguendo le guide di base su Internet, quindi l'esperienza è stata buona. Certo, è qualcosa che consiglio solo a persone esperte, perché Ci saranno sempre piccole cose come il riposo che non funzionano bene fino a quando non si preme il tasto, qualcosa che può richiedere ore. Se hai tempo, pazienza e un po 'di conoscenza, e in particolare la scelta dell'hardware giusto, penso che valga la pena salvare ".

Certo, se quello che vuoi è l'esperienza nativa di Apple, il mio consiglio è di acquistare direttamente un team da loro. Un hackintosh non ha il design di Apple, ma per me quella parte ha smesso da tempo di importarmi, e cosa Quanto più apprezzo è il sistema stesso, e con questo modello posso persino aggiornare macOS versione a versione senza problemi. "

Entrambi i team sono accompagnati da un monitor LG 27UK850 (461 euro), 4K e 27 pollici: "Supporta DisplayPort tramite USB-C, quindi l'ho acquistato in vista del futuro, in modo da poter caricare il mio prossimo laptop mentre estraggo "Video. Il mio obiettivo era quello di avere una qualità dell'immagine decente, una buona connettività e base e di smettere di vedere i pixel sullo schermo 1080p, e questo è perfettamente realizzato."

"Sono molto esigente quando si tratta di qualità delle immagini, ma lo stato del mercato dei monitor non offre troppe gioie anche al di sotto dei 1000 euro. Nella gamma di budget in cui sono riuscito, è stata la mia migliore opzione."

Come periferiche, Antonio utilizza uno dei mouse più popolari tra gli editori di Xataka, Logitech MX Master AMZ (76,11 euro): "È la versione di MX Master che Amazon vende e che ho acquistato a buon mercato il Black Friday. Ho avuto difficoltà a adattarmi, ma ora non posso vivere senza la sua ruota scorrere infinito e i suoi pulsanti programmabili ".

È accompagnato da una tastiera Logitech K760: "È molto comodo perché è wireless ed è alimentato tramite un pannello solare che ha, e non ti lascerà mai sdraiato anche se lavori in ambienti con scarsa illuminazione. È una tastiera con un layout di tastiera per Mac e un altro Una delle cose che apprezzo molto è il fatto che consenta l'abbinamento con tre diversi team. Questo è stato usato per scrivere su iPhone all'università. "

Sebbene non lo utilizzi per funzionare, Antonio Sabán integra la sua attrezzatura con un iPad 2018 (299 euro) che utilizza per studiare sociologia e scienze politiche: "Fondamentalmente mi serve leggere e annotare PDF, ma anche per girare film e serie in viaggio. Forse un giorno iPadOS raggiungerà il livello che mi renderebbe produttivo come lo sono in macOS. Vedo che il momento si avvicina, ma è ancora molto lontano. "

Cosa prendi quando vai in viaggio

Antonio Sabán elenca i gadget che mette nello zaino di Star Wars quando lavora in viaggio: "Sia in viaggio che quando esco di casa per alcune ore, prendo il mio telefono, il MacBook Pro e il suo caricabatterie, i miei caschi e, in dovrei avere bisogno di uno zoom, la mia macchina fotografica. "

"Lo zaino è una delle sezioni meno perfezionate che ho. Uso un Star Wars Samsonite (65 euro) che la mia ragazza mi ha regalato e che non fornisce scomparti per cavi o sicurezza aggiuntiva al laptop, ma mi permette di mettere tutto ciò che porto ( anche alcuni vestiti), e per il momento è bastato. Sto pensando, sì, di acquistarne alcuni che proteggano di più seguendo le raccomandazioni dei colleghi di Xataka ".

L'andaluso frequenta di solito eventi e presentazioni, luoghi in cui è necessario lo zoom per scattare foto e video dettagliati da una certa distanza: "Quindi indosso la mia Panasonic Lumix LX100 (499 euro). Adoro le prestazioni fotografiche che offre rispetto alle foto che Tiro fuori con il mio cellulare e si adatta praticamente in una tasca, qualcosa di essenziale per la mia schiena dopo anni che portava un riflesso che praticamente non ne ha approfittato. "

"A differenza di altri dispositivi compatti forniti con un sensore da un pollice, Panasonic ha optato per realizzarne uno con un sensore micro 4/3, che offre una qualità dell'immagine molto più elevata e un rumore contenuto. L'altro gioiello è l'ottica equivalente da 24-75 mm. 35mm con apertura massima f1.7, che oltre ad essere molto luminoso, offre un bokeh che adoro. Non ho intenzione di cambiarlo a meno che le mie esigenze di foto e video non siano notevolmente aumentate. "

Per quanto riguarda le cuffie, utilizzare un Sony MDR1000-XM2, di cui esiste già un nuovo modello:

"Ho avuto la prima versione e sono stato felice dell'annullamento dell'audio e del comfort che mi ha portato in viaggio. Il suono non è così brillante come vorrei - ad esempio ci sono cuffie cablate più economiche come l'Audio-Technica ATH-M50X ( 129 euro) suona meglio, ma è un'ottima opzione per chiunque voglia isolarsi dal proprio ambiente e da una grande autonomia ".

I tuoi accessori essenziali

Sebbene porti il ​​suo laptop e smartphone ovunque, riconosce che adattatori e cavi fanno parte del suo quotidiano, sia a casa che in viaggio, non importa quanto siano brevi:

"Per me questo triplo caricabatterie AUKEY è essenziale (19,99 euro), poiché mi consente di ricaricare cuffie, iPad e iPhone quando sono assente e non ho molte prese a portata di mano. Tuttavia, finisco per usarlo molto a casa anche quando Devo caricare velocemente, perché carica il mio iPhone XR molto più velocemente rispetto al caricabatterie da 5 watt fornito da Apple nella confezione.

Allo stesso modo, Sabán opta anche per accessori certificati da Apple: "Sul mercato ci sono alternative con un ottimo rapporto qualità-prezzo e molto robuste, ecco perché di solito le acquisto da terze parti. Dato che ora ho dispositivi USB-C, Lightning e microUSB, ho optato per un cavo Spigen multiport (13,99 euro) e non posso essere più felice per la versatilità che mi offre, alleggerendo anche ciò che devo portare nel mio zaino. "

Termina la sua lista di accessori che un power bank non può mancare nel suo zaino: "Ho una batteria esterna da 10.000 mAh di Samsung (49,90 euro), che viene caricata da USB-C, ma che consente di caricare i dispositivi sia per USB-A in modalità wireless e lo trovo molto comodo per le sue porte, il design e la leggerezza ".

Alla ricerca del tuo smartphone perfetto e consigli

Proprio come Antonio è chiaro sul desktop che macOS è il sistema operativo che massimizza al massimo la sua produttività, per gli smartphone riconosce di poter vivere in pace con iOS o Android. Tecnicamente irrequieto, Sabán cambia il telefono circa ogni anno, sebbene prima lo facesse più frequentemente:

"Altre volte è cambiato ogni sei mesi o meno, ma ora mi sembra che i prodotti siano abbastanza maturi da rimanere con me per molto tempo. L'8 Plus che avevo prima del P20 Pro non mi convinceva, ma in precedenza l'iPhone 6s Plus È stato il primo terminal che è durato due anni ".

Ora ha un iPhone XR, che ha sostituito un Huawei P20 Pro (468,54 euro): "Ho adorato la sua autonomia, che Huawei è riuscita a essere tra i primi a portare 4.000 mAh a questo e ad altri di fascia alta. Inoltre, il SuperCharge Mi ha dato molta energia in pochissimo tempo se mi sono dimenticato di caricarla di notte. A livello fotografico, e come potrebbe essere altrimenti, ho adorato il suo zoom ottico a tre ingrandimenti. Con esso ho iniziato a scattare molte foto che non avevo Avrei immaginato già di realizzare cornici molto interessanti in, ad esempio, foto di monumenti ".

Tuttavia, l'ha cambiato per l'iPhone XR (699 euro) perché "nonostante non abbia la massima versatilità fotografica, la sua fotocamera principale mi sembra quella che offre la massima qualità in termini di riproduzione e elaborazione del colore in tutto il mercato. Dopo alcuni mesi con lui, ciò che apprezzo di più delle foto è la sua autonomia e gesti ".

Per quanto riguarda il suo prossimo terminale di fascia alta, Sabán spiega: "Sto aspettando di vedere come sarà Pixel 4. Mi piacerebbe trovare uno smartphone completo, ben progettato, con una RAM in base al momento in cui ci troviamo e con una buona autonomia in il modello piccolo. E dico Pixel perché "Android puro" è un must per me. Mi piace OnePlus 7 Pro (689 euro), ma le sue dimensioni sono troppo grandi per me ".

Tenendo conto della sua esperienza con gli smartphone e della sua curiosità di provarli tutti, gli abbiamo chiesto delle sue esperienze e dei modelli che considera più interessanti a seconda del tipo di pubblico:

"Per coloro che desiderano uno smartphone per WhatsApp e chiamate, consiglierei Xiaomi Mi A2 Lite (168,62 euro). Il suo Snapdragon 625 offre fluidità più che sufficiente per la maggior parte degli utenti e la sua autonomia non delude grazie a 4000 mAh Se l'autonomia conta meno per te rispetto alla fotocamera, la mia raccomandazione è di andare dritto per il Mi A2 (149 euro) al suo prezzo attuale, che offre la qualità d'immagine più degna del 2018 nella sua gamma. "

Nel caso in cui il fattore differenziale nella scelta di un telefono sia l'autonomia, Sabán evidenzia il Pocophone F1 (289 euro): "Senza evidenziare internamente in qualcosa di diverso dal suo processore, che lo mette in velocità all'altezza del meglio dell'anno scorso e lo fa funzionare perfettamente con qualsiasi gioco, è un terminale che mi ha permesso di raggiungere 9 ore di schermo e che in me è raro, perché di solito non vado oltre le 6 con nessun terminale. Ci sono carichi più veloci di quello del Pocophone, ma considerando il rock che è in autonomia non vedo nemmeno un problema ".

Per Antonio Sabán, la qualità dell'immagine fotografica è una caratteristica fondamentale nella scelta di un terminale:

"Mi considero abbastanza purista in questa materia, ed è qualcosa su cui ho la priorità rispetto alla versatilità che è così alla moda oggi. Pertanto, dopo aver fatto molti confronti, penso che come terminale fotografico sceglierei l'iPhone XS (959 euro), che Penso anche che al momento abbia il miglior video del settore. Se ciò che ti preoccupa è la versatilità, non penso che ci sia qualcosa di superiore al set offerto da Huawei P30 Pro (769 euro), sapendo che in aspetti come la riproduzione del colore o l'elaborazione è lontana da iPhone e Pixel ".

Alla fine lo abbiamo consultato per quel terminale che si distinguerebbe in relazione al prezzo di qualità: "Consiglio Redmi Note 7 (189 euro). Anche se preferisco Android One, MIUI sta andando molto bene e questo terminale offrirà ottime prestazioni con il suo Snapdragon 660 e i suoi 4 GB di RAM A livello di autonomia, i suoi 4000 mAh sono un'altra enorme garanzia, così come la sua fotocamera, non solo perché quest'anno ha il tipico sensore da 48 megapixel, ma perché la Xiaomi negli ultimi tempi non ha avuto rivali fotografici in queste gamme. ".

Puoi essere aggiornato e sempre informato delle principali offerte e novità di Xataka Selección sul nostro canale Telegram o sui nostri profili di riviste Twitter, Facebook e Flipboard.

Nota: alcuni dei link pubblicati qui provengono da affiliati. Nonostante ciò, nessuno degli articoli citati è stato proposto da marchi o negozi, la loro introduzione è stata una decisione unica del team di editori.

Condividere none:  Mobile La Nostra Selezione Scienza 

Articoli Interessanti

add