Bigger the Better: 19 telefoni con schermo da 6 pollici che puoi acquistare nel 2019

I gusti e le mode cambiano. Così, mentre c'è stato un momento nella storia del telefono cellulare in cui è stato cercato un terminale il più compatto possibile, ora siamo in un'era di pannelli senza bordi e schermi infiniti decorati con tacche e buchi. Una svolta che, accompagnata da hardware sempre più potente e schermi di qualità superiore, sostiene che il consumo di contenuti sul telefono è sempre più comodo e frequente.

Se stai cercando un telefono con schermo grande, questi sono alcuni degli smartphone lanciati negli ultimi tempi con più di 6 pollici di diagonale.

Non solo le dimensioni contano: rapporti e pixel

Il termine phablet È diventato popolare fare riferimento a telefoni da 5 pollici. Tuttavia, con il cambiamento di design e mode questo concetto è stato modificato.

Ed è che gli schermi senza bordi, i pannelli curvi, i rapporti tra gli schermi e gli elementi di design come notch hanno permesso di integrare pannelli più grandi in dimensioni moderatamente ergonomiche, trovando un compromesso tra un terminale gestibile che consente la navigazione in Internet, guardare video o giocare comodamente.

Ma se stai cercando un telefono con un grande schermo, non si tratta solo di ottenere quello con la diagonale più grande, prestando attenzione anche al rapporto dello schermo, alla risoluzione e al tipo di pannello.

Indipendentemente da modelli specifici, nel corso degli anni abbiamo attraversato rapporti di 3: 2, il solito 16: 9 che era molto popolare un paio di anni fa e quello attuale, in cui i terminali sono allungati sempre di più raggiungendo 18: 9, 18.5: 9 o 19: 9. Alla fine, si tratta solo di avere più schermo senza renderli quadrati o aumentando considerevolmente le loro dimensioni.

La scelta tra un modello OLED e un LCD dipenderà da diversi fattori. In generale, gli OLED offrono immagini ad alta luminosità e contrasto che colpiscono maggiormente su schermi di grandi dimensioni, sebbene la calibrazione del produttore sia importante nel risultato finale dell'immagine. Inoltre, l'OLED ti consente di sfruttare appieno le dimensioni del telefono e sono più efficienti dal punto di vista energetico. Ma ha anche i suoi svantaggi: sono più costosi da produrre, si degradano più velocemente dell'LCD, il loro angolo di visione è più piccolo e possono subire una perdita di nitidezza a causa del motivo sub-pixel.

Man mano che gli schermi crescono, la risoluzione diventa più pertinente. In fascia alta è comune trovare densità di pixel sufficientemente buone indipendentemente dalla tecnologia del pannello utilizzata. Ad esempio, OnePlus e Huawei continuano a utilizzare 1080p su alcuni dei loro pannelli OLED.

Tuttavia, più che una questione di cifre dalle specifiche tecniche, è importante prestare attenzione all'esperienza dell'utente per verificare il comportamento dello schermo.

Huawei Mate 20X, 7,2 pollici

Huawei ha salutato il successo del 2018 e si è congratulato con il nuovo anno con l'Huawei Mate 20X (703 euro), un'ulteriore svolta nella sua già consolidata linea Mate.

Design ripetuto e tripla fotocamera, l'Huawei Mate 20X sorprende con una diagonale che supera i 7 pollici, l'integrazione del processore Kyrin 980 e una batteria da 5.000 mAh che si traduce in un terminale con grandi prestazioni, incredibile autonomia e un'esperienza di consumo Solido supporto multimediale supportato sia dal suo pannello OLED che dal potente suono stereo.

Honor 8x Max, 7,12 pollici

Un altro modello lanciato di recente è l'Honor 8x Max, un terminale che condivide le dimensioni della batteria del precedente ma che a causa dell'hardware e delle specifiche rientra nella fascia media: doppia fotocamera, chip serie Snapdragon 600, lettore di impronte digitali sul retro. posteriore e un'estetica molto ricorrente in Honor. Con lo schermo FullHD +, le sue dimensioni saranno molto utili per il consumo di video piuttosto che per i giochi. Il modello più semplice con 4 GB di RAM e 64 GB di capacità costa 238,95 euro su Gearbest.

Honor Note 10, 6,95 pollici

Il secondo terminale Honor ad apparire nell'elenco è l'Honor Note 10 (385.60 euro), un telefono che oltre a spazzolare 7 pollici con un pannello AMOLED FullHD + ha hardware di fascia alta come il chip Kyrin 970 e le opzioni RAM da 6 e 8 GB, che rendono questo smartphone un modello ottimale per il consumo multimediale ma anche per i giochi. Il suo design ricorda gli altri modelli Honor ed è piuttosto pesante, tuttavia ha una batteria da 4.900 mAh.

Xiaomi Mi MAX 3, 6,9 pollici

Sebbene molti marchi dedichino lo schermo più grande al modello più premium, Xiaomi ha nel suo ampio catalogo di telefoni un terminale la cui risorsa principale sono proprio le dimensioni del suo pannello FullHD + e una batteria da 5.500 mAh, ci riferiamo allo Xiaomi Mi Max 3. Altrimenti, lo Xiaomi Mi Mix 3 rientra nella fascia media per hardware, design e doppia fotocamera posteriore.

iPhone XS Max, 6,5 pollici

L'iPhone XS Max (1099 euro) è il telefono più potente, con più schermo, fotocamera migliore e anche il prezzo più alto di Apple.

Integra uno schermo OLED Super Retina HD da 6,5 ​​pollici la cui qualità è evidente sia all'interno che all'esterno, secondo la nostra esperienza d'uso. Dopo averlo provato, concludiamo che è il telefono più potente sul mercato, anche se potrebbe migliorare in aspetti come la fotocamera o Face ID.

OnePlus 6T, 6,41 pollici

Il secondo e ultimo fiore all'occhiello di OnePlus lanciato nel 2018 era OnePlus 6T, un telefono con un pannello AMOLED, il chip più potente di Qualcomm, la doppia fotocamera e il sensore di impronte digitali sotto lo schermo.

Con OnePlus 6T la tacca è stata ridotta alla minima espressione, ottenendo un design accattivante ed equilibrato. Dopo averlo provato ci sono piaciute le sue buone prestazioni e la qualità dello schermo, nonché la sua notevole autonomia. Tra i suoi punti deboli, la fotocamera e il suono.

Samsung Galaxy Note 9, 6,4 pollici

L'ultimo e più prestigioso fiore all'occhiello di Samsung è il Samsung Galaxy Note 9, un telefono con un pannello Super AMOLED con risoluzione QHD +, S Pen, doppia fotocamera e ricarica rapida e wireless per una batteria da 4.000 mAh.

Dopo aver testato il Samsung Galaxy Note 9, abbiamo concluso che stavamo affrontando uno dei migliori terminali del 2018, ottenendo un design, uno schermo, prestazioni, una fotocamera e un software eccezionali.

Honor View 20, 6,4 pollici

Solo poche ore fa abbiamo partecipato alla presentazione di Honor View 20, il primo onore a dire addio alla tacca, sostituendolo con un buco. Inoltre, l'ultimo terminale lanciato da Honor ha un processore Kyrin 980, una batteria da 4.000 mAh e un obiettivo da 48 MP che utilizza l'intelligenza artificiale.

OPPO Trova X, 6,4 pollici

Lo schermo davvero infinito, senza bordi o buchi o tacche, è arrivato nel 2018 da OPPO e OPPO Find X (999,90 euro), un terminale con l'hardware più recente sul mercato, riconoscimento facciale, doppia fotocamera e una carica che secondo la nostra esperienza è stato davvero veloce.

Per l'estetica, OPPO Find X è uno degli smartphone più belli sul mercato, ma la fotocamera è al di sotto di quanto ci si aspetta da un telefono cellulare che confina con i migliaia di euro né il sistema è in grado di estrarlo nel modo più pratico.

Xiaomi Mi Mix 3, 6,39 pollici

Seguendo il percorso avviato dal modello precedente, lo Xiaomi Mi Mix 3 (499 euro) offre anche un frontale a tutto schermo in cui la fotocamera frontale è nascosta dietro un sistema a discesa.

Con un pannello AMOLED FullHD +, una potente configurazione hardware che ci consente di raggiungere fino a 10 GB di RAM e una doppia lente, il punto debole di questo telefono è la sua batteria da 3.200 mAh.

Google Pixel 3XL, 6,3 pollici

In tempi di doppia fotocamera (o tripla o addirittura quadrupla), Google Pixel 3 XL (949 euro) con una singola fotocamera continua a sorprendere per la qualità delle sue ottiche grazie all'uso del software.

Dopo alcuni anni in cui il grande G ha resistito a lasciare i bordi, con la terza puntata del Pixel abbiamo trovato un pannello OLED con tacca e risoluzione QHD +, oltre a una custodia in vetro e ricarica wireless.

Come al solito nei Pixel, i terminali Google si distinguono per prestazioni, fotocamera e software, ma questa volta anche per il loro schermo. Nel debito, l'autonomia è leggermente ridotta e il design può essere migliorato.

Samsung Galaxy A9, 6,3 pollici

Non solo la gamma più alta di Samsung possiamo trovare pannelli di grandi dimensioni, il nuovo Samsung Galaxy A9 (2018) integra un pannello Super AMOLED con risoluzione FullHD + ed è il primo modello dei coreani ad avere quattro fotocamere. Un altro aspetto importante è che l'A9 raggiunge la fascia media Samsung con USB-C e 6 GB di RAM.

Ciò che ci è piaciuto di più è stato il suo nuovo design e le sue prestazioni, anche se il software è aggiornabile e ci aspettavamo di più dalla suite di fotocamere.

Honor Play, 6,3 pollici

Honor è il marchio più economico di Huawei e con quella premessa ha lanciato a settembre 2018 il suo primo telefono orientato al gioco, Honor Play.Supportato dall'hardware più potente di Android, uno schermo LCD FullHD + e audio 3D in modo che gli utenti che usano il telefono per giocare vedano soddisfatte le loro aspettative.

Dopo averlo testato, concludiamo che siamo di fronte a un terminale bilanciato con ottime finiture, suono e prestazioni eccellenti. Tra i suoi punti deboli c'è la fotocamera e un po 'stretto di 4 GB di RAM.

Xiaomi Mi 8 Pro, 6,21 pollici

Il prolifico Xiaomi ha chiuso l'anno 2018 con il lancio della sua (per ora) ultima ammiraglia, lo Xiaomi Mi 8 Pro (469,05 euro), con un retro trasparente, il più potente chip Qualcomm sul mercato, riconoscimento facciale e lettore di impronte digitali nella parte posteriore dello schermo.

Di questo terminale ci sono piaciuti il ​​design, lo schermo e la fluidità, sebbene l'autonomia e l'ottica fossero al di sotto di quanto ci si aspettasse da un top di gamma.

Samsung Galaxy S9 +, 6,2 pollici

Per lanciare l'S10, il Samsung Galaxy S9 Plus è l'ultimo terminale della linea S a superare i 6 pollici con uno schermo Super AMOLED con risoluzione QHD +, una configurazione che si traduce in un pannello ampio e di qualità.

Non ci sono nuove importanti funzionalità nel suo design, che segue la scia del suo predecessore, il che non è necessariamente una cosa negativa dato il fascino dell'S8. All'interno troviamo lo Snapdragon 835 o Exynos 9810, 6 GB di RAM e varie impostazioni di capacità.

Da questo terminale ci sono piaciuti il ​​design, lo schermo, le prestazioni e la fotocamera, anche se crediamo che la batteria potrebbe non essere disponibile per gli utenti più intensi.

ASUS Zenfone 5Z, 6,2 pollici

L'ASUS Zenfone 5Z (573 euro) è stato presentato durante l'ultimo MWC 2018 con un attraente design in vetro, schermo con tacca, processore Snapdragon 845, doppia fotocamera e ricarica rapida con l'obiettivo di offrire una delle gamme alte più convenienti sul mercato dal suo lancio.

Tra i suoi punti di forza ci sono le prestazioni e il suono e gli aspetti da migliorare sono la sua autonomia, la fotocamera e la luminosità dello schermo.

POCOPHONE F1, 6,18 pollici

Il POCOPHONE F1 (265,50 euro) è apparso nell'estate dello scorso anno con la promessa di offrire di più a meno: potente configurazione hardware, doppia fotocamera, ricarica rapida, riconoscimento facciale ... e anche un grande schermo da 6, 18 pollici FullHD +, sì, tipo LCD.

Dalla nostra esperienza d'uso evidenziamo la sua fluidità, autonomia e audio, sebbene sia l'estetica che la fotocamera fossero migliorabili. Tuttavia, soddisfa ciò che promette: è difficile trovare un telefono con queste caratteristiche in questa fascia di prezzo.

Huawei Mate 20 Pro, 6,3 pollici

L'Huawei Mate 20 Pro (824 euro) è stato uno dei telefoni dell'anno scorso, ottenendo il premio Xataka 2018 dalla giuria e dal pubblico per il miglior telefono super high-end.

È dotato di un pannello Super AMOLED da 6,3 pollici, il processore Kyrin 980, 6 GB di RAM di base e 128 GB di spazio di archiviazione minimo. Ma la cosa più notevole di questo terminale sono i risultati della sua tripla fotocamera e della sua magnifica autonomia.

iPhone XR: 6,1 pollici

L'iPhone XR è il telefono più economico rilasciato da Apple nel 2018, un terminale che combina funzionalità premium come il chip A12, Face ID e la modalità ritratto con un obiettivo con uno schermo LCD a retina liquida e una custodia in alluminio.

Una delle grandi sfide dell'iPhone XR era che il pannello era all'altezza del compito, cosa che non era facile a causa delle sue dimensioni ed essendo di tipo LCD. La nostra esperienza d'uso ci ha lasciato soddisfatti dello schermo, nonché di altri aspetti come design, prestazioni, fotocamera e software.

LG G7 ThinQ, 6,1 pollici

Nell'estate del 2018, l'LG G7 ThinQ ha fatto la sua comparsa, un terminale che nella nostra esperienza è una delle gamme di mani più comode (e anche più convenienti) sul mercato nonostante superi i 6 pollici in diagonale.

Di LG G7 ThinQ quello che ci è piaciuto di più è stato il design, il suono e lo schermo, lasciando l'autonomia e la fotocamera un gradino al di sotto di quanto ci si aspettasse in una gamma di fascia alta.

Nota: alcuni dei link pubblicati qui provengono da affiliati. Nonostante ciò, nessuno degli articoli citati è stato proposto da marchi o negozi, la loro introduzione è stata una decisione unica del team di redattori.

Condividere none:  Divertimento La Nostra Selezione Mobile 

Articoli Interessanti

add