Come spiegano l'aumento di prezzo in Xiaomi, quali nuovi prodotti stanno arrivando e altro ancora: parliamo con Owen (capo di Xiaomi in Europa)

La prima volta che abbiamo parlato con Owen (Wen Ou), CEO di Xiaomi in Europa occidentale, è stato a dicembre 2018 in un ristorante nel centro di Madrid. Ora, nel giugno 2020, le cose sono cambiate molto. Non solo dobbiamo fare l'intervista in videoconferenza, date le circostanze, ma Xiaomi è già sulla strada per due anni e mezzo in Spagna.

Da allora sono successe molte cose per il marchio cinese e la sua storia nelle terre spagnole: si sono affermati come un importante concorrente nel mercato della telefonia mobile, hanno portato nuovi prodotti (in particolare quelli focalizzati sull'Internet of Things e sulla TV) e ne hanno aperti dozzine shopping. Ma sono stati anche protagonisti di controversie occasionali. In particolare, quello generato dopo il suo ultimo cellulare di fascia alta, lo Xiaomi Mi 10 Pro, ha toccato per la prima volta i 1000 euro di prezzo.

Sulla controversia sui prezzi, sulla strategia Xiaomi a breve e lungo termine e persino sui prossimi prodotti che possiamo aspettarci presto abbiamo parlato con Owen in questa intervista che offriamo di seguito.

Telefoni ... e prezzi

Xataka: Canalys ha pubblicato la sua analisi del mercato degli smartphone poche settimane fa e Xiaomi era al primo posto in Spagna con oltre il 28% di smartphone venduti nel primo trimestre del 2020. Sei arrivato ufficialmente in Spagna due anni e mezzo fa. Qual è stato il fattore chiave per raggiungere queste cifre? Riguarda i tuoi prezzi? Riguarda la tua strategia di marketing?

Owen: La prima cosa che penso dobbiamo ringraziare I miei fan [nota: è così che la community dei fan di Xiaomi è nota] che ci hanno permesso di diventare il numero 1 in così poco tempo. Credo che il nostro successo sia dovuto in parte al nostro modello di business. Come ben sapete, non siamo un'azienda dedicata esclusivamente all'hardware, ma disponiamo anche di servizi Internet. Dobbiamo anche tenere conto di tutti i prodotti correlati all'IoT (Internet of Things), non solo vendiamo smartphone, ma vendiamo anche Mi Band, scooter e un'intera serie di prodotti chiave che consentono a più consumatori di godere dell'innovazione.

Infine, penso che sia dovuto all'onestà dei nostri prezzi. Come sapete, il nostro CEO ha annunciato che il margine di profitto dell'hardware non dovrebbe superare il 5% e secondo il nostro ultimo bilancio finanziario, attualmente è circa l'1%. Penso che questi siano i principali fattori che ci hanno portato ad essere il numero 1 in così poco tempo.

Xataka: Per quanto riguarda i prezzi, ho diverse domande. Quando hai rilasciato Mi 10 Pro, Xiaomi è stato pesantemente criticato per il prezzo di quasi 1.000 euro per un cellulare Xiaomi. Penso che non sia stato qualcosa che non ci si aspettava da Xiaomi perché parli sempre di onestà nei prezzi e di come offrire di più rispetto alla concorrenza a prezzi più bassi. La mia domanda è perché e perché adesso.

Owen: In realtà penso che dai nostri bilanci si possa vedere che il margine di profitto è piuttosto basso, dato che stavo dicendo che è circa l'1%. Perché i prezzi sono in aumento? Perché quando entriamo nel mercato non iniziamo con i modelli di punta, iniziamo con telefoni di fascia media e di fascia bassa. Ora vogliamo offrire più opzioni ai nostri consumatori e abbiamo iniziato a vendere telefoni nave ammiraglia del marchio, ma anche così, e all'interno di quella fascia di prezzo, abbiamo prezzi molto competitivi. Se confronti all'interno della fascia di prezzo, le nostre funzionalità sono molto migliori. Quindi il motivo dell'aumento dei prezzi è che offriamo telefoni nave ammiraglia.

"Se si confronta all'interno della fascia di prezzo, le nostre funzionalità sono molto migliori"

Xataka: Sì, ma prima, la gente doveva spendere 400 o 500 euro per ottenere il miglior Xiaomi sul mercato e ora sono 1000 euro, quindi la gente ne è sorpresa.

Owen: Ma anche le specifiche dei terminali sono migliorate. Si tratta di smartphone di livello superiore e i consumatori possono confrontarsi con la nostra concorrenza. È un prezzo competitivo.

Xataka: Il nostro compito è quello di pubblicare notizie sulle novità degli smartphone, ed essere completamente onesti, è difficile per noi tenere il passo con tutti i lanci di smartphone Xiaomi: 11 nuovi modelli quest'anno fino ad oggi ... Qual è il motivo per questa strategia? Pensi che possa essere un po 'confuso per i consumatori?

Owen: È una buona domanda [ride]. Dal mio punto di vista, siamo in un momento speciale perché stiamo passando da 4G a 5G, quindi in questo momento sul mercato i consumatori possono scegliere tra smartphone 4G e smartphone 5G. Durante questo periodo di transizione ci saranno più terminali, non solo 4G, ma anche 5G ed è per questo che ci sono così tanti modelli sul mercato. Ma ci concentreremo maggiormente sugli smartphone 5G, quindi dal prossimo anno vedrai più modelli con 5G e meno modelli con 4G e porteremo meno telefoni sul mercato.

Xataka: Quanti modelli pensi che vedremo quest'anno? [ride]

Owen: Rilasceremo ancora alcuni modelli quest'anno, devi rimanere sintonizzato [ride]. È qualcosa che stiamo ancora specificando, ma ci concentreremo sul 5G in futuro e prevediamo di rilasciare 10 modelli con 5G.

Xataka: Secondo me, Xiaomi ora ha più concorrenza che mai. Non solo in termini di grandi marchi come Samsung o Huawei, marchi che hanno rilasciato buoni modelli di fascia bassa e media per un po ', ma anche nomi come Realme, che non è solo un marchio e ha Oppo dietro. Penso che Realme abbia, o cerchi di avere, una strategia simile a quella che Xiaomi aveva prima: prezzi bassi, comunità ... Cosa ne pensi dell'argomento? Pensi che sia un buon momento per Xiaomi per far uscire questi modelli di fascia alta a prezzi così alti?

Owen: La prima cosa da dire è che rispettiamo i nostri concorrenti. Penso che celebriamo i tuoi sforzi per entrare in questo mercato e insieme stiamo facendo molto per invertire le idee negative relative ai prodotti cinesi. Siamo felici di vedere nuovi marchi apparire sul mercato. In questo modo i consumatori possono avere più opzioni. Penso che la concorrenza sia sempre una cosa positiva ed è un modo per aiutarci a vedere i nostri svantaggi in modo che possiamo migliorare.

Per quanto riguarda se è il momento migliore, penso di sì, dal momento che Xiaomi ha già una buona base di fan per i prodotti Mi e i nostri follower si fidano di noi e vogliamo semplicemente offrire prodotti migliori e dare loro la possibilità di acquisire ammiraglie di la marca. Penso che sia un buon momento e in termini di prezzi, non stiamo aumentando i prezzi perché sì: i prezzi sono aumentati perché ora abbiamo quei modelli nave ammiragliaMa i nostri fan hanno ancora la possibilità di acquistare smartphone di fascia media e di fascia bassa. C'è ancora la possibilità di acquistare la serie Redmi o i cellulari Poco.

"I prezzi sono aumentati perché ora abbiamo quei modelli nave ammiragliama i nostri fan hanno ancora la possibilità di acquistare smartphone di fascia media e di fascia bassa "

Xataka: Ho anche una domanda su Poco perché per un po 'sembrava che stesse per scomparire come marchio, ma improvvisamente hai rilasciato il Poco F2 (che in realtà è lo stesso del Redmi K30 e del Redmi K30 Pro). Qual è la strategia con il marchio Poco?

Owen: Quando abbiamo lanciato il Poco F1 in Spagna ha avuto un discreto successo e molti fan del marchio ci hanno chiesto un nuovo telefono Poco. La filosofia della nostra azienda è quella di ascoltare i nostri fan e rispettiamo i loro commenti. Quindi vogliamo iniziare a vendere online, ma se i consumatori vogliono davvero questo prodotto inizieremo a considerare di venderlo anche offline.

La strategia di Xiaomi

Xataka: In che modo COVID-19 ha interessato Xiaomi a livello internazionale e, più specificamente, il mercato spagnolo?

"Prevediamo che il mercato si riprenda nel secondo trimestre"

Owen: alla fine del primo trimestre dell'anno l'impatto ha iniziato a migliorare in Cina e le vendite dei nostri prodotti principali hanno iniziato a riprendersi. Da marzo, il volume delle vendite telefoniche in Cina è stato lo stesso di prima del coronavirus.

Prevediamo che il mercato si riprenderà nel secondo trimestre. Ad esempio, i dati che abbiamo sulle attivazioni telefoniche della prima settimana di maggio nel mercato europeo sono simili alle attivazioni di una settimana media di gennaio di quest'anno. Quindi speriamo che le vendite tornino alla normalità e che possiamo continuare ad attuare la nostra strategia di mercato.

Xataka: Quali aspettative hai per il resto dell'anno? Sei ottimista o preoccupato?

Owen: La verità è che vedo le cose con grande ottimismo perché, come puoi nel nostro rendiconto finanziario, durante il primo trimestre dell'anno la maggior parte delle aziende di smartphone sono diminuite e Xiaomi è in aumento, specialmente nell'Europa occidentale dove C'è stato un aumento del 79,3% in termini di giochi di smartphone e per la prima volta in Spagna abbiamo preso il primo posto nella quota di mercato ed è per questo che sono abbastanza ottimista. Inoltre, non appena la situazione migliorerà nella seconda metà dell'anno, le cifre saranno persino migliori rispetto all'anno precedente. Sono ottimista.

Xataka: Cambiando argomento un po ', parliamo di Donald Trump. Trump è tornato nelle notizie perché ci sono voci secondo cui la Cina potrebbe vendicarsi contro gli Stati Uniti. Mi chiedo cosa succederebbe se Trump decidesse domani di fare la stessa cosa che ha fatto con Huawei con il resto delle società tecnologiche cinesi. Sei pronto per qualcosa del genere? Hai un "piano b"?

Owen: Fino ad ora non abbiamo considerato che ci sarebbero stati rischi per la nostra azienda perché abbiamo sempre rispettato le leggi di ogni paese e collaboriamo con diverse società americane come Qualcomm, Google o Amazon e fino ad ora non abbiamo visto alcun rischio per Telefoni Xiaomi o per l'azienda stessa.

Per quanto riguarda un "piano b" ... In realtà tutti i produttori di smartphone hanno il proprio piano per recuperare alcune tecnologie chiave, proprio come noi. Abbiamo investito in dodici aziende locali per costruire una forte relazione con i fornitori di componenti e costruire un forte ecosistema di approvvigionamento. Questo aiuta a rafforzare il nostro business dell'hardware del telefono.

Xataka: Tornando al tema della Spagna, ho perso il conto del numero di negozi Xiaomi in Spagna [dopo l'intervista, da Xiaomi hanno confermato di avere già 51 negozi]. Penso che sia una buona notizia per Xiaomi che tu stia aprendo così tanti negozi. Qual è la tua strategia al riguardo? Quanti negozi vuoi aprire? Hai un certo numero di negozi che vuoi aprire o il massimo che puoi aprire? Qual è la strategia?

Owen: In realtà, quando si tratta di aprire il Mi Store non abbiamo un piano a lungo termine e non vogliamo affrettarci. Per ogni negozio dobbiamo scegliere il posto giusto al momento giusto. Quindi non abbiamo fretta. La strategia all'apertura di un negozio si basa sui fan dei prodotti Mi.

Ad esempio, in alcune città ne abbiamo una buona quantità I miei fan, ma non hanno un negozio fisico per acquistare telefoni Xiaomi, quindi abbiamo considerato l'apertura di un negozio in quella città. Questa è la nostra strategia. Quest'anno non abbiamo fretta di aprire altri 10 o 20 negozi. Vogliamo farlo passo dopo passo e vogliamo vedere come risponde il mercato.

Segui su Instagram

Xataka: Guardando indietro, cosa faresti diversamente se dovessi rilanciare Xiaomi sul mercato spagnolo? C'è qualcosa che potresti non aver saputo all'inizio e ora capire su questo mercato?

Owen: Tutto ciò che sappiamo è che eravamo troppo tardi [ride]. Altrimenti penso che stiamo facendo le cose nel modo giusto, altrimenti non saremmo il numero 1 sul mercato in questo momento. Penso che sia un record essere il numero 1 in meno di tre anni.

Xataka: Cosa hai imparato dopo il tuo arrivo in Spagna che hai applicato al lancio di Xiaomi anche in altri paesi?

Owen: In primo luogo penso che una buona base da I miei fan È importante ed è qualcosa che avevamo già prima di arrivare in Spagna. Il secondo punto è che il mercato online è importante e penso che sia molto efficace, ma vendere solo online non è sufficiente poiché ci sono diversi tipi di consumatori con comportamenti diversi quando consumano: alcuni preferiscono acquistare offline, altri acquistano su Internet; alcuni preferiscono telefoni gratuiti, altri tramite telemarketing ... Ciò che abbiamo imparato dalla Spagna è che i canali per cooperare con i partner per offrire più opzioni agli utenti sono importanti. Il terzo punto è aver portato i servizi Il mio account e Mi Store nei paesi.

"Vendere solo online non è sufficiente, poiché ci sono diversi tipi di consumatori con comportamenti diversi quando competono"

Xataka: A proposito dei servizi che hai menzionato all'inizio dell'intervista ...È qualcosa di cui abbiamo parlato anche nella nostra ultima intervista, quando hai menzionato l'importanza dei servizi per Xiaomi e come fossero fondamentali per il futuro dell'azienda. Tuttavia, in Spagna non hai ancora sottoscritto alcun servizio. Vedremo presto uno dei servizi di Xiaomi in Spagna?

Owen: Al momento non abbiamo un programma per i servizi, poiché dipendono dalle dimensioni della base di utenti. Innanzitutto vogliamo che più persone utilizzino l'hardware Xiaomi e da lì abbiamo bisogno di più tempo per analizzare quali servizi sono adatti per offrirli al I miei fan. Vogliamo anche che i fan del marchio ci diano le loro opinioni e suggerimenti in modo da poter prendere decisioni più velocemente.

Xataka: Quali servizi hai in altri paesi che ritieni possano essere perfetti per il mercato spagnolo e vuoi portare qui?

Owen: In Europa non abbiamo ancora lanciato alcun servizio, ma in Cina abbiamo Xiaomi Music, Xiaomi Gaming, Xiaomi Finances ... servizi di questo tipo. Abbiamo bisogno di più dati per poter offrire questi servizi. Non ne sono sicuro I miei fan potrebbero godere appieno di questi servizi in questo momento.

Xataka: Qualcuno dei servizi FinTec, i servizi finanziari che hai già in Cina, potrebbero interessare la Spagna?

Owen: È difficile saperlo perché prima dobbiamo analizzare le leggi, i regolamenti nel paese ed è qualcosa in cui non siamo ancora abbastanza bravi. Il primo passo è conoscere l'opinione del I miei fan: Cosa vorrebbero che Xiaomi lanciasse? E da lì possiamo analizzare i regolamenti e le leggi del Paese per sapere quando e come possiamo offrire questi servizi.

Oltre i telefoni

Xataka: Per quanto riguarda i televisori ... Finalmente hai portato i televisori in Spagna [ride] Forse puoi fornire alcuni dati relativi alle vendite, alla quota di mercato ... Non so se puoi dirci qualcosa.

Owen: Non posso condividere le cifre esatte in questo momento, ma posso parlare in termini generali. Il motivo per cui abbiamo deciso di portare la TV in Spagna è dovuto anche alla nostra filosofia I miei fan vengono per primi. Molti seguaci di Xiaomi in Spagna ci hanno chiesto i televisori ed è per questo che abbiamo deciso di portarli in Spagna ... Ci hanno chiesto attraverso i social network, ci hanno chiesto su Internet, ovunque ... E una volta che li abbiamo portati Le vendite sono buone e siamo abbastanza contenti. Abbiamo rilasciato un modello in breve tempo che ha avuto buone vendite e quello che posso dire è che presto porteremo schermi più grandi su questo mercato. Alla fine del mese quest'anno avrai informazioni sui nuovi prodotti per i televisori.

Xataka: In realtà, volevo chiederti dei nuovi modelli di televisori, poiché in questo momento è disponibile solo un modello con dimensioni diverse: altri modelli arriveranno presto in Spagna?

Owen: Posso confermare che intendiamo portare televisori da 65 "in Spagna e alla fine del mese pubblicheremo ulteriori informazioni al riguardo.

Aggiornato: da Xiaomi confermano che Owen si riferiva al fatto che presto ci saranno 65 "televisori da Xiaomi in Spagna, non 75". Abbiamo aggiornato l'articolo per correggerlo.

Xataka: per quanto riguarda i prezzi, non sono lontani dai prezzi di altre marche. Non è la stessa strategia che segui con gli smartphone in cui hai modelli molto più economici rispetto ai marchi tradizionali. Con i televisori i prezzi sono simili. Perché hai scelto questa strategia?

Owen: il mercato televisivo è un mercato più tradizionale e la concorrenza è molto forte, il margine di profitto è molto basso e stiamo cercando di coprire i costi. Il nostro obiettivo è portare i televisori ai fan del marchio e l'hardware è buono, e stiamo programmando di offrire più servizi per i televisori che aggiungono valore ai nostri utenti. Se si confronta solo l'hardware ... abbiamo alcuni vantaggi. Ma i prezzi non possono essere così bassi come quelli del telefono, e questo è dovuto al settore.

Xataka: La prossima domanda riguarda i laptop. Vendevi laptop in Spagna, ma sono scomparsi dal sito web. Non pensi che sia un'importante categoria di prodotti? Prevedi di vendere di nuovo laptop in Spagna?

Owen: Nel caso dei laptop ogni paese è diverso in termini di tastiera, in Spagna hai una tastiera specifica per la Spagna. Abbiamo bisogno di più tempo per analizzare la domanda di laptop in Spagna ... ma al momento non abbiamo un piano per rimuovere laptop in Spagna.

Xataka: Ma hai già venduto laptop in Spagna [nel 2018, Xiaomi ha lanciato Mi Laptop Air]. Non hai rilasciato nessun altro modello e quel modello non è più in vendita ... Hai smesso di vendere laptop in Spagna.

Owen: Perché abbiamo una vasta gamma di prodotti ... Sai che vendiamo cuffie, ciclomotori, fan ... Molti prodotti importanti e questa è la nostra priorità in questo momento. I laptop non sono tra le nostre massime priorità in questo momento.

"I laptop non sono tra le nostre massime priorità al momento"

Il futuro di Xiaomi

Xataka: Ora come per il futuro: quali prodotti saremo in grado di vedere presto in Spagna?

Owen: In realtà ci concentreremo principalmente sul 5G. Vogliamo offrire più opzioni per i modelli di smartphone 5G per i consumatori dei prodotti Mi e di tutte le gamme: bassa, media e alta. Entro la fine dell'anno e all'inizio del prossimo anno, i nostri consumatori avranno molte più opzioni per i telefoni 5G e il prezzo per il 5G diventerà sempre più competitivo.

"Entro la fine dell'anno e all'inizio del prossimo anno, i nostri consumatori avranno molte più opzioni per i telefoni 5G."

Xataka: Oltre ai prodotti che già conosciamo (smartphone, televisori, ecc.), Quali altri tipi di prodotti prenderai in Spagna?

Owen: Devi rimanere sintonizzato! [ride]

Xataka: Neanche un piccolo indizio? [ride]

Owen: Vogliamo crescere e analizzare quali categorie possiamo portare in Spagna e portare sempre più prodotti: nuovi prodotti, prodotti più interessanti ...

Owen, con la comunità Xataka che raccoglie il premio Xataka Community 2019 per Xiaomi Redmi Note 7. Questo premio viene ottenuto da chi ha ricevuto il maggior numero di voti dal pubblico durante le votazioni.

Xataka: Qual è il prossimo grande passo per Xiaomi? Qual è la prossima grande idea che pensi sarà molto importante nei prossimi anni? La strategia a lungo termine?

Owen: prima di tutto, vogliamo continuare ad essere il numero 1 in Spagna per smartphone. Ma vogliamo anche aprire più negozi e portarli in altri paesi. Servire il I miei fan e di essere il numero 1 anche in altri paesi. In secondo luogo, vogliamo ottenere prodotti più "intelligenti", dispositivi intelligenti, con cui offrire ai nostri follower più opzioni. Non vogliamo solo vendere dispositivi "intelligenti", vogliamo dare vita "intelligente" alle loro case e che tutto può essere collegato ai loro prodotti Xiaomi. Vogliamo anche aprire nuovi canali di cooperazione con nuovi partner, come telemarketing o partner offline o online. Per quanto riguarda i servizi, potrebbe essere che tra qualche anno possiamo fissare una data di lancio.

"Per quanto riguarda i servizi [in Spagna], tra qualche anno potremmo fissare una data di lancio"

Xataka: Immagina che parleremo di nuovo tra cinque anni. Di cosa dovremmo parlare? Come sarà Xiaomi tra cinque anni? Quali pensi che saranno i principali prodotti Xiaomi tra cinque anni?

Owen: penso che a quel punto l'azienda continuerà a crescere. Ora siamo già tra le 500 aziende più importanti secondo l'elenco Fortune Global 500 e penso che a quel punto saremo molto più alti. Credo anche che a quel punto avremo più negozi locali in molti più paesi e saremo in grado di concentrarci sulle operazioni locali e di essere in grado di analizzare il comportamento dei consumatori locali. Forse tra cinque anni parleremo di 6G o 7G e saremo in grado di portare sul mercato prodotti più interessanti. Xiaomi sarà una grande compagnia, una "compagnia miracolosa".

Aggiornato: da Xiaomi confermano che Owen si riferiva al fatto che presto ci saranno 65 "televisori da Xiaomi in Spagna, non 75". Abbiamo aggiornato l'articolo per correggerlo.

Condividere none:  Scienza La Nostra Selezione Divertimento 

Articoli Interessanti

add