Ecco come una cellula immunitaria si muove attraverso l'orecchio interno di un pesce zebra: l'immagine microscopica che stiamo cercando da 350 anni

All'inizio del 1660, Robert Hooke mise al microscopio un foglio di sughero. Fu allora che si rese conto che era costituito da piccole strutture a forma poliedrica molto simili alle cellule di un nido d'ape. Nel 65 pubblicò Micrographía, una straordinaria raccolta di 50 immagini in cui per la prima volta si parlava di "cellule".

Da allora, gli scienziati hanno studiato ossessivamente le cellule viventi con microscopi sempre migliori. Il problema è che per centinaia di anni, per ottenere immagini nitide e potenti, abbiamo fatto esattamente la stessa cosa: prendiamo le cellule e le posizioniamo su un vetrino o una capsula di Petri.

Ma è realistico? Dobbiamo davvero supporre che le cellule funzionino esattamente allo stesso modo nella solitudine del microscopio come fanno nell'effervescenza chimica di interi organismi? Non sarebbe meglio guardare direttamente? Per colmare le lacune lasciate dal nostro approccio alla funzione cellulare, abbiamo usato metodi indiretti; ma Eric Betzig ebbe un'idea.

Una finestra sul mondo cellulare

L'idea sembra semplice, combinando due diverse tecnologie ottiche: da un lato, hanno fatto ricorso all'ottica adattiva, una tecnica che gli astronomi usano per contrastare, in tempo reale, gli effetti dell'atmosfera terrestre sulla cattura di immagini spaziali. Dall'altro, hanno tirato la microscopia reticolare a foglio di luce che ha permesso loro di ricostruire un'immagine 3D ad alta risoluzione di una cellula da immagini bidimensionali.

L'anno scorso, usando questa tecnica, il team di Betzig è stato in grado di osservare i dettagli più fini dei circuiti nervosi spinali, il movimento delle cellule tumorali o le traiettorie di un gruppo di cellule immunitarie che passano attraverso l'orecchio interno del pesce zebra.

Le immagini sono semplicemente fantastiche ed è per questo che sono tornate virali in questi giorni. Naturalmente, la tecnologia è lungi dall'essere accessibile ai laboratori di tutto il mondo. Inoltre non è particolarmente gestibile. Per fornire un'informazione, stiamo parlando di un microscopio alto più di tre metri. Questo è il prossimo passo, rendendo questa tecnologia economica e facile da usare.Nel frattempo, dovremo accontentarci di queste meravigliose prove di concetto.

Condividere none:  Analisi Scienza La Nostra Selezione 

Articoli Interessanti

add